Menu
Cerca

Judo: tre giorni di gemellaggio e divertimento

Da giovedì 25 a domenica 28 maggio un fine settimana sportivo

Judo: tre giorni di gemellaggio e divertimento
Sport 29 Maggio 2017 ore 15:17

Judo, tre giorni di gemellaggio insieme a Mon Club e Lario.

Appuntamento internazionale

Da giovedì 25 a domenica 28 maggio un lungo fine settimana dedicato allo sport. Per la Lario di Como e il Mon Club di Appiano Gentile quello appena trascorso è stato un week-end   intenso. Un  tour de force in quanto a energie spese,  emozioni e ricordi. Cominciato col tanto atteso gemellaggio Italia-Francia, proseguito con la notte bianca dello sport e concluso con le gare della domenica.

Judo, anche uno scambio culturale

L’annuale appuntamento di scambio sportivo-culturale avviene ad anni alterni tra Italia  e Francia. E l’edizione 2017 è stata un successo grazie anche alla preziosa collaborazione dell’Uso, Unione Sportiva Oltronese. Complice il ponte dell’Ascensione, i 30 judoka parigini dell’Aclef hanno potuto trascorrere i tre giorni italiani tra judo e turismo, allenamenti e momenti di svago. Dalla visita di Milano all’allenamento di judo in quel di Appiano, dalla gita in battello e all’escursione in funicolare a Brunate. A questo si aggiunge l’allenamento alla Lario. Il momento clou è stato sabato con lo scambio di saluti e gadget e la condivisione di un pranzo italo-francese.

Successo

Gli ingredienti di successo sono stati un tatami a disposizione, judoka motivati e una cornice incantevole quale il lungolago, con idrovolanti e passeggiata di villa Olmo a far da sfondo. Per i judoka italiani e transalpini è stata un’occasione unica per confrontarsi sportivamente e intrecciare legami di amicizia. Non sono mancanti istanti toccanti al momento di dirsi “au revoir”. La promessa è quella di non mancare alla prossima edizione, nel 2018, a Parigi.

Gare

Domenica 28 maggio a Manerba de Garda  gli atleti coinvolti nel Trofeo Coni, riservato alla classe Esordienti A, sono stati Elia D’Ambrosio  e Andrea Chiellini. E Chiellini è riuscito  a salire sul terzo gradino del podio e  aggiudicarsi la medaglia di bronzo. Soddisfazioni  anche dalle altre classi d’età nella Coppa Lombardia:  Leonardo Nuvoloni (Mon, Rag-36),  Dennis Paternò (Mon, esoB-45) e  Pietro Pigni (Lario, esoB-66). Ed è stato quest’ultimo che ha agguantato il risultato migliore della spedizione “Mon-Lario”, un argento tra i -66 kg.

 

7 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli