Che gioia!

La Briantea84 vince lo Scudetto!

Al PalaMeda si è concluso l'atto finale, Gara 3 della Finale Scudetto

La Briantea84 vince lo Scudetto!
Sport Canturino, 24 Aprile 2021 ore 13:20

Al PalaMeda si è concluso l'atto finale, Gara 3 della Finale Scudetto tra l'UnipolSai Briantea84 Cantù e Santo Stefano Avis. Al termine del match la Briantea vince lo Scudetto, l'ottavo della loro storia.

La Briantea84 vince lo Scudetto!

Primo quarto

Partono subito forte gli ospiti: Santo Stefano Avis mette a segno un +6 nei primi due minuti di gioco mentre i canturini rimangono a secco di canestri e idee offensive. Il solito De Maggi apre le marcature per l'UnipolSai, Berdun accorcia ancora le distanze e Saaid, lasciato colpevolmente da solo rimette in parità la partita. Buonissima reazione Briante84 dopo un parziale iniziale negativo e primo time out degli ospiti utilizzato. E continua il buon momento di tutti gli uomini biancoblù, Carossino mette a segno un tiro da due con tiro libero aggiuntivo. Santo Stefano rimane piantata e Carossino allunga ancora, +5. Momento d'oro Briantea84, Santo Stefano commette fallo in attacco e De Maggi e Santorelli portano i loro sul +9. Si iscrivono alla partita anche Papi e Buska, ma è Berdun che mette il canestro sul finire del tempo: primo quarto che si chiude sul 21 a 10 per la Briantea84.

Secondo quarto

Si inizia ancora nel segno di Berdun: firma il +13, canestro recuperato dagli ospiti, e ancora l'argentino che mette a segno la combo canestro più fallo. Il vantaggio inizia a farsi ampio, Buska porta i suoi sul +16. Stefano Avis è in completa balia dei canturini: Carossino porta i suoi sul 33 a 13 dopo l'ennesimo canestro più fallo realizzato. Siamo sul 35 a 15 a metà del secondo quarto per l'UnipolSai. Leggero recupero dei marchigiani che si portano sul 37 a 20, ma faticano ancora a trovare la giusta via d'attacco e di difesa. E infatti la combo Berdun-Saaid-Papi riporta la Briantea84 sul +21. Santo Stefano prova a recuperare con tutte le forze, ma sembra non esserci partita al PalaMeda. 45 a 22 al termine del secondo quarto.

Terzo quarto

Il terzo periodo si apre con un certo equilibrio: solo quattro canestri nei primi tre minuti, tre dei marchigiani Ghione e Bedzeti e uno di Carossino. Parziale di 6 a 2 per gli ospiti, squadra che non gira e time out Briantea84. Le parole di coach Daniele Riva non sembrano sbloccare la partita: nei primi sei minuti di gioco il parziale è di 8 a 6 per Santo Stefano. In compenso sembra essersi sbloccato Ghione, degli ospiti, che, seppur con qualche errore, riesce a far accorciare le distanze ai suoi. Gioco maschio e poche retine che si muovono per la Briantea84, una tattica che aiuta Santo Stefano a portarsi sul -16 a un minuto dal termine del periodo. Ad un quarto dal termine dell'incontro il tabellone recita: UnipolSai Briantea84 Cantù 52, Santo Stefano Avis 39.

Quarto quarto

Ultimi dieci minuti che iniziano con un pericoloso -11 di Santo Stefano, ma Esteche ricaccia indietro i tentativi di rimonta con una bomba dalla linea da tre. Gli animi canturini sembrano essersi risvegliati nel giro di pochi secondi canestro di Carossino e capitan Geninazzi determinante in difesa con un gran recupero finalizzato dal solito Berdun. Carossino risponde a Bedzeti e il distacco rimane sul +18. A cinque dalla fine però Berdun allunga ancora, è +20 Briantea84. Esteche vuole indirizzare la partita sui binari della fuga e firma il 65 a 43. Santo Stefano ci prova ma la distanza tra le due formazioni rimane ampia: a tre minuti dalla fine il vantaggio è di 20. La gara sembra decisa e si trascina tra un canestro e l'altro verso la sua fine.

Scudetto biancoblù

Grande festa alla sirena finale: l'UnipolSai Briantea84 Cantù vince 73 a 56 contro Santo Stefano Avis e conquista il suo ottavo Scudetto. Il miglior realizzatore della serie è Adolfo Damian Berdun.

Coach Daniele Riva - “Dico bravi ai ragazzi e alla società, dietro le quinte c’è stato un grandissimo lavoro di tutti. La prima partita della serie l’hanno vinta loro, ma siamo sati bravi a rimetterci al lavoro insieme e da squadra portando a casa questo campionato. Si riparte da qui, per quello che vorrà diventare la UnipolSai nel futuro, un grande club in Italia e in Europa”.

Capitan Jacopo Geninazzi - “Abbiamo portato a casa questo Scudetto tutti assieme. È stato un anno difficile, la situazione la conoscevamo, ma il risultato che abbiamo ottenuto è di tutti, un grazie ai miei compagni e alla società. Dedico questa vittoria a noi, è stato un anno difficile. Dopo gara uno siamo riusciti a dimostrare chi siamo ed è un trionfo tutto nostro”.

8 foto Sfoglia la gallery
Necrologie