Sport
Il match

Pallacanestro Cantù battuta Ravenna anche in Gara 2

Risultato importante per i canturini.

Pallacanestro Cantù battuta Ravenna anche in Gara 2
Sport Canturino, 24 Maggio 2022 ore 09:11

Una Cantù con gli occhi della tigre, insaziabile e decisa su entrambi i lati del campo, batte Ravenna anche in Gara 2, portandosi così avanti due a zero nella semifinale playoff del Tabellone Argento di A2.

Pallacanestro Cantù battuta Ravenna anche in Gara 2

Una coriacea Ravenna può poco di fronte a una strepitosa difesa dei biancoblù, certamente galvanizzati dal tifo assordante dei circa 2200 di Desio, parsi a tratti il doppio per calore e incessante sostegno. È la vittoria di tutti. È la vittoria di Stefanelli, sempre più decisivo in questo momento della stagione; di Nikolic, determinante nel secondo tempo; e di Bryant, monumentale in difesa. Senza dimenticare l’energia di Bayehe sotto canestro e l’esperienza dei veterani Da Ros, Vitali e Cusin. In sostanza, la più classica delle vittorie di squadra.

Confermato il quintetto titolare dell’Acqua S.Bernardo, che alla palla a due schiera Bucarelli, Allen, Severini, Da Ros e Bayehe; i romagnoli rispondono confermando Tilghman, Denegri, Cinciarini, Sullivan e Simioni. Buona partenza di Cantù, avanti 14-9 a metà del primo quarto grazie al talento di Allen e all’energia contagiosa di Bayehe. Quest’ultimo schiaccia al ferro il momentaneo +5, innescando il primo boato di un PalaBancoDesio davvero incandescente. Un attimo dopo capitan Da Ros appoggia al tabellone il canestro che porta a sette le lunghezze di scarto da Ravenna, obbligando coach Lotesoriere a chiamare il primo time out della partita. Desio è già una bolgia, al sesto minuto di gioco; 18-11. Al rientro in campo dopo la breve pausa gli ospiti trovano un break favorevole di 6 a 0, avvicinandosi di un solo punto a Cantù. I brianzoli sono però micidiali nel cercare subito un nuovo allungo, realizzato grazie all’esperienza dei veterani Vitali e Da Ros, quest’ultimo decisivo con una stoppata nei secondi finali di primo quarto. Primo quarto che termina con i padroni di casa in vantaggio 22 a 17.

La seconda frazione vede l’OraSì iniziare con il vento in poppa, trovando subito la parità; 22 a 22. Cantù tenta più volte di allungare ma Ravenna risponde colpo su colpo: Sullivan, al 15’, consegna nuovamente il momentaneo pareggio alla squadra ospite. Doccia gelata per i romagnoli: terzo fallo fischiato a Sullivan, sino a quel momento tra i più incisivi, e rientro in panchina. Tuttavia, a tre minuti e mezzo dall’intervallo, Berdini conferma l’ottimo stato di Ravenna, che riesce a pescare i punti del sorpasso. 30-31. Immediata, però, la risposta canturina: tripla di Allen e nuovo vantaggio biancoblù.

I ravennati non mollano di un solo centimetro e, con Tilghman, trovano ancora la forza di rispondere subito a Cantù. 35-36 a poco meno di 2’ dalla fine del primo tempo. I primi venti minuti terminano con Ravenna avanti 38 a 37, nonostante una schiacciata di Bayehe arrivata a tempo scaduto. Due i giocatori in doppia cifra alla pausa lunga, uno per parte: 10 di Allen, 11 di Cinciarini. Il terzo quarto inizia con un Severini in grande spolvero sia nella metà campo difensiva - con una marcatura su Cinciarini a dir poco asfissiante - sia nella metà campo offensiva, consentendo a Cantù di tornare a contatto con gli ospiti. Passano i minuti e cambia anche il protagonista: Stefanelli è strepitoso, prima con il canestro del sorpasso, più con una difesa clamorosa. Il resto lo fa Bucarelli, con il contropiede

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie