basket

Pallacanestro Cantù coach Pancotto: “Milano è una corazzata”

Domani la prima sfida della Eurosport Supercoppa 2020.

Pallacanestro Cantù coach Pancotto: “Milano è una corazzata”
Canturino, 26 Agosto 2020 ore 15:17

9 febbraio 2020. Trento-Cantù, ventiduesima giornata del campionato di LBA 2019-2020. Questa l’ultima gara ufficiale dei biancoblù, poi il blocco definitivo del campionato. È da più di sei mesi, dunque, che Cantù non disputa una partita ufficiale. Tanta è la voglia di ricominciare e ora, finalmente, si torna a giocare. Perché oggi è vigilia di Cantù-Milano. O meglio, oggi è vigilia di A|X Armani Exchange Milano-Acqua S.Bernardo Cantù e si gioca al Mediolanum Forum di Assago. A porte chiuse. Questa sarà la prima sfida della Eurosport Supercoppa 2020, in cui Cantù è stata inserita – insieme a Brescia, Varese e, appunto, Milano – nel Girone A della manifestazione. Si disputeranno gare di andata e ritorno, per quattro gironi da quattro squadre ciascuno. Alla fase successiva passa solo un team per girone. Poi, a Bologna, la Final Four in programma dal 18 al 20 settembre.

LEGGI ANCHE >> Sospetto Covid all’Olimpia, salta la gara contro Cantù? 

Pallacanestro Cantù coach Pancotto: “Milano è una corazzata”

Sull’imminente impegno ufficiale dell’Acqua S.Bernardo si è espresso coach Cesare Pancotto, il quale ha così presentato l’evento e l’attesa sfida con Milano: “Si ritorna a giocare dopo tanti mesi di sacrificio e di attesa. C’è la voglia di misurarsi e di verificare come sta procedendo il lavoro che sinora abbiamo svolto, dando un senso a ogni partita che affronteremo”.

“Iniziamo con la corazzata Milano, che ci permetterà di vedere prima di tutto sin dove è arrivato il nostro lavoro e, poi, di capire che tipo di difficoltà incontreremo non solo in Supercoppa ma anche in campionato. Difficoltà, preciso, che devono aiutarci a crescere”.

“Non dobbiamo aspettare la partita perfetta. Ma dobbiamo, invece, evidenziare sin da subito durezza mentale e personalità di squadra. Dico questo perché è quello che sto cercando di inculcare ai miei giocatori in queste settimane: indossano una maglietta importante, quella della Pallacanestro Cantù, che ci deve far sentire l’orgoglio di appartenenza, tanto più iniziando con un derby”.

“Il girone è tosto, però mi piace. Mi entusiasmano le difficoltà. Affrontare subito delle squadre lombarde, dei derby, ti dà una misura di che campionato tosto sarà. Affrontare squadre forti come Milano, Brescia e Varese ci darà poi una dimensione, per il prosieguo del nostro lavoro”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia