Sport
Il match

Pallacanestro Cantù domani in campo contro Pistoia

Archiviata la Final Eight di Coppa Italia LNP, manifestazione in cui Cantù è riuscita ad arrivare fino in fondo nonostante le criticità post covid, l’Acqua S.Bernardo si appresta a tuffarsi nuovamente nel campionato, giunto nel frattempo nella fase più concitata dell’anno.

Pallacanestro Cantù domani in campo contro Pistoia
Sport Canturino, 15 Marzo 2022 ore 14:46

Domani sera alle 20.30, i biancoblù ospiteranno al “PalaBancoDesio” la Giorgio Tesi Group Pistoia, formazione che attualmente occupa il secondo posto in classifica nel Girone Verde.

Pallacanestro Cantù domani in campo contro Pistoia

La finale persa contro Udine a Roseto degli Abruzzi è ormai un ricordo per la squadra brianzola, che adesso dovrà pensare solo ed esclusivamente ad affrontare al meglio un autentico tour de force; con la sfida casalinga contro Pistoia, infatti, la compagine allenata da coach Marco Sodini inaugurerà una striscia di ben cinque partite in appena due settimane. Da Cantù-Pistoia del 16 marzo al recupero Cantù-Monferrato del 30 marzo, in mezzo le gare interne del 20 e del 23 marzo rispettivamente contro Biella e UCC Piacenza, oltre a quella in trasferta contro la Bakery Piacenza del 27 marzo. Saranno quindi tre le partite consecutive che Cantù disputerà in casa, come saranno tre consecutivi anche i turni infrasettimanali di mercoledì che accompagneranno il mese di marzo della S.Bernardo. Poi, ad aprile, è in programma un altro recupero contro la già citata Udine, ma quello è un altro discorso, una cosa per volta.

Acqua S.Bernardo Cantù e GTG Pistoia si erano già affrontate il 10 ottobre scorso, nella gara di andata, terminata 82 a 68 a favore dei brianzoli, che disputarono una superlativa quarta frazione di gioco, scappando via nel punteggio con un parziale negli ultimi dieci minuti di 22 a 9.

In quell’occasione fu determinante Trevon Allen, autore di 23 punti, tutt’ora suo record personale in campionato. Proprio alla Final Eight di Coppa Italia, la guardia americana è stata capace di ritoccare il suo massimo di punti in Italia, realizzandone 26 ai quarti di finale contro Verona. Pistoia, guidata in panchina da coach Nicola Brienza, grande ex della sfida, ha vinto in campionato 8 delle ultime 9 sfide giocate nel 2022, pur faticando un po’ nelle ultime tre contro Orlandina, Biella e Urania. L’unica battuta di arresto arrivata nel nuovo anno risale al ko casalingo contro Udine, un mese fa.

A presentare l’imminente match contro i toscani coach Sodini e Matteo Da Ros, che in campo ha preso i gradi di capitano da Luigi Sergio. Di seguito i loro commenti. Sodini: «Affrontiamo la gara con Pistoia consapevoli che la nostra priorità sarà quella di recuperare energie fisiche e mentali, dopo essere andati probabilmente oltre i nostri limiti fisici, giocando tre partite in tre giorni appena usciti dal covid. La nostra attenzione, però, dovrà essere rivolta a cancellare l’ultima partita, quella contro Udine, in cui le poche energie fisiche a disposizione non ci hanno permesso di essere performanti nel secondo tempo. Dobbiamo prendere tutto quello di positivo che è stato fatto in Coppa Italia e cercare di trasferirlo sul campo domani per battere Pistoia, che è una nostra competitor diretta per le prime posizioni in classifica. Inoltre, dovremo essere lucidi nel sapere che una prestazione di alto livello sarà necessaria per giocare una partita consistente come quelle contro Verona e Scafati, indipendentemente dalle caratteristiche dei nostri avversari».

Da Ros: «La Coppa Italia appartiene al passato. Adesso voltiamo pagina e guardiamo avanti, cercando di migliorare più aspetti possibili. La partita con Pistoia è già quasi decisiva per la corsa ai primi due posti, la ritengo infatti una sfida importante almeno quanto la finale contro Udine, anzi, lo è ancor di più».

Gli avversari

Il playmaker titolare è una figura esperta quale Lorenzo Saccaggi, alla sua seconda stagione consecutiva in biancorosso, già a Pistoia, però, all’inizio della sua carriera; con 20 punti segnati, nella gara di andata fu un pericolo difficile da arginare per la difesa canturina. Giocatore di grande personalità, Saccaggi può contare su una buona visione di gioco, ottime letture, un tiro affidabile e leadership. Sin qui sta viaggiando a circa 11 punti e 4 assist a partita. Rescisso il contratto con l’ex canturino Jazz Johnson, da “due” è solito iniziare la partita il classe 2002, estone di formazione italiana, Joonas Riisma, prospetto cresciuto nell’Academy di Pistoia e con ampi margini di crescita che in media realizza quasi 9 punti a partita; ha il giusto potenziale e la giusta fisicità per emergere in un contesto di questo tipo come la Serie A2.

L’ala piccola titolare è l’americano di Houston, texano, Daniel Utomi, in possesso di cittadinanza nigeriana; con la Nazionale della Nigeria ha preso parte agli AfroBasket 2021. Al secondo anno da professionista, nella sua stagione da rookie si è diviso tra il massimo campionato finlandese e la ProB, l’equivalente dell’A2 francese; a Vichy segnava da tre con un ottimo 42%, mentre in Finlandia sfiorava addirittura il 54% da oltre l’arco. In biancorosso ha il 43% di realizzazione, frutto di 53 triple a bersaglio su 122 tentate. Tiratore importante, dunque. Con 14.5 punti di media è al momento il miglior marcatore della Giorgio Tesi Group. Passando ai lunghi, il “quattro” titolare è l’inglese nativo di Londra, ma con status da giocatore italiano, Carl Wheatle, dal 2017 membro fisso della Nazionale britannica. Due metri di altezza, Wheatle è senz’altro uno dei migliori rimbalzisti del campionato, assai fisico, agile sotto  canestro e decisamente duttile. Giocatore chiave per i toscani, quantomeno nei numeri, Wheatle porta alla causa un eccellente contributo sia nei punti, 12.9 di media, sia nei rimbalzi 7.9; non è neppure da meno in fatto di assist, oltre 3 a partita.

Completa lo schieramento iniziale il pivot Daniele Magro, 208 centimetri per 112 chili, giocatore di lungo corso, 35 anni tra non molto; fino a un paio di stagioni fa militava in LBA con la canotta della Dinamo Sassari, competizione in cui ha giocato perlopiù con Pistoia, esperienza all’Olimpia Milano a parte (annata 2015-’16). Sin qui sta producendo circa 8 punti e 6 rimbalzi a incontro. Dalla panchina sono molto coinvolti Gianluca Della Rosa, il capitano, e l’americano Gage Davis, guardia-ala ingaggiata al posto di Johnson, squalificato per doping. L’ala forte montenegrina Milos Divac e il giovane centro Angelo Del Chiaro, invece, arricchiscono le rotazioni della Giorgio Tesi Group.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie