basket

Pallacanestro Cantù e PalaDesio ancora insieme

In firma la convenzione per l’utilizzo della struttura in Largo Atleti Azzurri d’Italia nel biennio sportivo 2020/2022.

Pallacanestro Cantù e PalaDesio ancora insieme
Canturino, 31 Luglio 2020 ore 11:02
Una convenzione per l’utilizzo del PalaDesio con la società Pallacanestro Cantù destinata agli incontri del Campionato Italiano di serie A per il biennio sportivo 2020/2022. È l’accordo che il Comune di Desio, in qualità di proprietario della struttura, si appresta a firmare per l’utilizzo dell’impianto sportivo di via Largo Atleti Azzurri d’Italia/angolo via Agnesi con la società comasca.

Pallacanestro Cantù e PalaDesio ancora insieme

La convenzione con Pallacanestro Cantù è parte di un accordo più ampio, in quanto, a fronte di una situazione debitoria nei confronti del Comune per l’utilizzo della struttura (risalente alla vecchia gestione), il club si impegna a sostenere le spese per un intervento di riqualificazione dell’impianto di illuminazione di valore equivalente, che migliorerà l’efficienza e la qualità delle luci, prevedendo la sostituzione delle lampade attuali con luci a led con un conseguente risparmio energetico significativo e importante, oltre a una illuminazione ottimale per gli eventi.
È stata poi stabilita una tariffa forfettaria per partita che la società dovrà versare al Comune, comprensiva della possibilità di utilizzo dell’impianto e dell’assistenza da parte del personale comunale impiegato per la sicurezza e per la fluidità della circolazione. Sono state anche deliberate particolari tariffe agevolate legate al contenimento di pubblico che le eventuali norme anti-covid produrranno.

E’ il secondo palazzetto dello sport più capiente in Lombardia

“Il nostro PalaDesio è da parecchio tempo un impianto capace di accogliere competizioni sportive importanti a livello nazionale e internazionale – commenta il Sindaco Roberto Corti. L’Amministrazione comunale negli scorsi anni ha investito sulla struttura, ottenendo l’autorizzazione per lo svolgimento di competizioni sportive (e non) fino alla capienza massima di 6500 posti a sedere, che lo rende il secondo palazzetto dello sport più capiente in Lombardia. Il nostro obiettivo nei prossimi mesi permane quello di individuare un gestore dell’impianto, che lo possa ulteriormente valorizzare ma, nel frattempo, continuiamo a favorire il suo utilizzo sia per lo sport locale, sia per quello nazionale. L’accordo con Pallacanestro Cantù si inserisce in questa strategia”.

Tariffe agevolate

“È nostra intenzione continuare a garantire al Comune forme di collaborazione per iniziative di elevato livello agonistico – spiega l’Assessore allo Sport Giorgio Gerosa – anche definendo delle tariffe agevolate in caso di utilizzo dell’impianto a porte chiuse o con capienza limitata, dovuto all’eventuale emergenza sanitaria e attenendoci a tutte le disposizioni normative. Con l’intervento di illuminazione l’impianto diventerà ancora più prestigioso, tant’è che la struttura sarà omologata anche per le riprese televisive a livello internazionale”.

Il commento dell’Ad della Pallacanestro Cantù

“Dopo mesi di duro lavoro, grazie al rapporto di proficua collaborazione che abbiamo sempre mantenuto con l’Amministrazione Comunale, siamo riusciti a trovare l’accordo per questa convenzione biennale – dichiara l’Amministratore Delegato Pallacanestro Cantu’ Andrea Mauri. In questo modo non solo chiudiamo le pendenze economiche della precedente gestione societaria, ma realizziamo importanti migliorie al PalaDesio e compiamo un rilevante passo in avanti verso il futuro, perché saremo così in grado di spettacolarizzare l’evento gara per i nostri tifosi e nello stesso tempo adeguarci agli standard televisivi richiesti l’anno scorso dalla Lega Basket, tema che sappiamo molto caro anche al nuovo Presidente di LBA, Umberto Gandini. Un ringraziamento particolare va anche alle aziende che ci hanno permesso questa operazione. La convenzione prevede inoltre delle tariffe agevolate pensate in caso di eventuali restrizioni sulla capienza per le norme anti-Covid. Credo sia giusto, anche su questo punto, ringraziare per la disponibilità il Sindaco, l’Assessore allo Sport, gli Uffici Comunali e in particolare il dott. Bocca, che ha seguito passo dopo passo la parte esecutiva”.
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia