Sport
la sconfitta

Pallacanestro Cantù non passa: sconfitta con Givova

Lunedì 6 giugno, Gara 2 di nuovo al PalaMangano di Scafati, palla a due alle ore 20:45

Pallacanestro Cantù non passa: sconfitta  con Givova
Sport Canturino, 05 Giugno 2022 ore 10:16

Pallacanestro Cantù sconfitta in Gara 1 di finale playoff, ultimo atto del Tabellone Argento di A2. Nel primo round della serie a vincere è la Givova, che, al PalaMangano di Scafati, conquista il primo punto di una sfida al meglio delle cinque partite. Finisce 89-79.

Pallacanestro Cantù non passa: sconfitta con Givova

Canturini in campo alla palla a due con Bucarelli, Allen, Severini, Da Ros e Bayehe; padroni di casa con Monaldi, Clarke, Ikangi, Cucci e Daniel. Nessuna sorpresa, dunque, nei quintetti iniziali di ambedue le squadre. Grande equilibrio in avvio di partita con le due squadre ferme sulla parità, 8 a 8 dopo poco più di tre minuti di gioco. Una schiacciata di Bayehe, tutto solo in area, risponde a una tripla centrale di Monaldi. Poi, lo sprint canturino con capitan Da Ros, autore della tripla del momentaneo +5. Dentro i veterani: coach Sodini inserisce Cusin e Vitali e i due ripagano subito il proprio allenatore con i canestri dell’allungo; 14-20 a un paio di minuti dal termine della prima frazione. Al 10’ gli scafatesi riescono ad accorciare: 18-21.

A inizio secondo quarto i locali riescono subito a pareggiare con una “triplona” di De Laurentiis. Poco dopo arriva anche il sorpasso gialloblù con un gioco da tre punti di Daniel, il quale, nonostante il fallo subito, riesce a segnare un gran canestro contro Cusin, più il libero aggiuntivo a bersaglio che proietta la squadra di casa avanti nel punteggio. Con l’aiuto della sua panchina, la Givova riesce ad avere un guizzo importante, che le consente di andare avanti di due possessi pieni grazie ai canestri di Parravacini e Mobio. Lo stesso Mobio si fa sentire e, con Daniel, Scafati mostra i muscoli in area, mantenendo il vantaggio. Ikangi sopra il ferro per una bimane che fa “esplodere” il rovente PalaMangano; 38-34 a poco più di un minuto dalla pausa lunga. Nel finale Cucci piazza un “canestrone” che consente alla Givova di chiudere avanti di otto punti. 42-34 al 20’.

Ottima partenza, al rientro dagli spogliatoi, da parte dei padroni di casa che, con grande convinzione, trovano il massimo vantaggio. I due ex pesaresi Monaldi e Clarke salgono in cattedra firmando il +11 scafatese; 50-33 e time out obbligato per coach Sodini. La reazione brianzola arriva con la tripla di Severini su assist schiacciato di Vitali; tuttavia, alla Givova entra di tutto da tre punti e Ikangi scava un nuovo solco. Capitan Rossato manda in estasi tutto il PalaMangano e Scafati può meritatamente scappare sul 60 a 44. Situazione difficilissima per Cantù, che scivola sotto di sedici lunghezze a dodici minuti dalla conclusione. Acqua S.Bernardo nervosa: fallo tecnico
fischiato a Stefanelli per proteste. Ai campani va tutto liscio, invece, attacco a gonfie vele e, con Cournooh, i locali toccano il +17; poco dopo arriva anche il +19. Una tripla di Nikolic chiude la terza frazione. 65-49 al 30’.

Nel quarto e ultimo periodo è ancora Scafati a spingere sul pedale dell’acceleratore, nonostante Bryant sia decisamente l’ultimo a mollare in casa S.Bernardo. L’ex canturino Cournooh trova un canestro pesante che, a poco meno di 7’ dalla fine, permette alla Givova di tenere diciassette lunghezze di margine da Cantù. Bryant e Da Ros tentano di rosicchiare più punti possibili, fino al -9 (84-75) ma il vantaggio del
team gialloblù è sempre ampio. I canturini toccano anche il -7 ma Cournooh consegna nuovamente tre possessi pieni di vantaggio alla formazione casalinga. Finisce 89 a 79. Dopodomani, lunedì 6 giugno, Gara 2 di nuovo al PalaMangano di Scafati, palla a due alle ore 20:45 in diretta TV sulle reti di Mediasport Group.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie