Il nuovo acquisto

Pallacanestro Cantù presentato Kavell Bigby-Williams

"Sono entusiasta di unirmi alla squadra, non vedo l’ora di portare la mia energia sul campo".

Pallacanestro Cantù presentato Kavell Bigby-Williams
Sport Canturino, 18 Dicembre 2020 ore 15:51

Questa mattina a Cantù al Toto Caimi, è andata in scena la presentazione del nuovo acquisto di Pallacanestro Cantù, Kavell Bigby-Williams, centro britannico, classe 1995, che debutterà in maglia Acqua S.Bernardo nel match casalingo contro la Germani Brescia, in programma al “PalaBancoDesio” domenica 20 dicembre, alle 19.

Pallacanestro Cantù presentato Kavell Bigby-Williams

Il commento di coach Cesare Pancotto sul neo acquisto.

“Ho chiesto al giocatore la capacità di approcciarsi il prima possibile alla nostra realtà e ai nostri meccanismi già consolidati da cinque mesi, oltre a entusiasmo ed energia. Ho riscontrato in lui grande motivazione e questo è certamente importante. Mi auguro che questa motivazione venga spalmata durante tutto il campionato perché il ruolo del centro è sempre più importante in Italia; è una figura che deve garantire una significativa copertura del ferro e dell’area”.

Le prime parole del giocatore.

“Sono entusiasta di unirmi alla squadra, non vedo l’ora di portare la mia energia sul campo. Contro Trieste ho visto un bel gioco, fluido, di squadra; c’era particolare feeling tra i miei nuovi compagni, questo si è visto, hanno inoltre giocato duro. Che giocatore sono? Un “rim protector”, quindi un difensore che protegge il canestro, con difesa e stoppate; devo migliorare, invece, nel tiro e nella conoscenza del gioco, questo sì. Il mio giocatore di riferimento? Mi piace molto Clint Capela (svizzero, tra i migliori centri della NBA, ndr) per la sua energia contagiosa e per essere così impattante in difesa e a rimbalzo”.

Il momento della squadra

“Gli elementi sono fiducia, certezza e lavoro. L’allenatore deve dare certezze. La fiducia per una squadra nuova nasce dalla vittoria. Evidentemente una vittoria dà fiducia, ancora di più ad un gruppo giovane. Il lavoro poi permette di correggere gli errorri e migliorarsi”, ha analizzato Pancotto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità