Menu
Cerca
basket serie a

Pallacanestro Cantù sfida Happy Brindisi: appuntamento al PalaDesio alle 17

Ancora positivo il coach canturino che quindi sarà sostituito in panchina.

Pallacanestro Cantù sfida Happy Brindisi: appuntamento al PalaDesio alle 17
Sport Canturino, 03 Aprile 2021 ore 10:08

Alla vigilia a Pasqua è in programma al PalaBancoDesio, palla a due alle ore 17, la super sfida tra Pallacanestro Cantù e Happy Casa Brindisi, formazione attualmente al secondo posto della classifica di LBA con 32 punti, a pari merito con la Virtus Segafredo Bologna che, però, a differenza dei pugliesi ha disputato due gare in più. La compagine brindisina, quindi, allenata molto bene da coach Frank Vitucci, guarda tutti dall’alto al basso, fatta eccezione della capolista e fortissima Milano, avanti, rispetto a Brindisi, di quattro punti (36); anche in questo caso, però, la Happy Casa ha disputato meno partite dell’Olimpia, che ne ha giocata una in più.

Pallacanestro Cantù sfida Happy Brindisi

Cantù, però, reduce da tre vittorie consecutive tra le mura amiche, non si tirerà di certo indietro. Nonostante l’ennesima problematica legata al covid, che ha colpito giocatori e staff, capitan Andrea La Torre e compagni si faranno trovare pronti a ospitare questo significativo match di campionato, estremamente insidioso ma da affrontare a viso aperto; è la classifica dei canturini a richiederlo. L’ultimo posto in graduatoria necessita, infatti, di un colpo importante, anche di un successo impronosticabile come potrebbe essere quello su Brindisi; una sorta di jolly, dal valore doppio, triplo, da tenersi ben stretto per l’estenuante lotta salvezza in cui l’Acqua S.Bernardo è impegnata.

Cantù contro Brindisi, dunque, venticinquesima giornata di regular season, sei partite al termine. Un rush finale da vivere tutto di un fiato, cui parteciperà anche Ivica Radic, esperto pivot croato di 30 anni ingaggiato dalla S.Bernardo, pronto a dare il suo contributo e a dare un’ulteriore spinta sotto canestro ai brianzoli. L’ex lungo della Reyer Venezia, con cui debuttò in Serie A nel 2015, farà il suo esordio con la canotta canturina proprio in occasione del match con Brindisi, formazione al primo posto in LBA per rimbalzi catturati (40 di media), quindi un esame subito molto ostico per il nativo di Spalato. I pugliesi, inoltre, con 85.6 punti di media, vantano il terzo miglior attacco del torneo, alle spalle soltanto delle corazzate Sassari e Milano.

Nelle rotazioni di Cantù, Radic prenderà il posto del partente Sha’markus Kenendy. Tuttavia, i canturini affronteranno la sfida con un organico certamente rimaneggiato. Priva del “bomber” Frank Gaines, top scorer biancoblù con una media di quasi 20 punti a partita, la S.Bernardo sarà costretta a dover rinunciare anche a due terzi del suo staff tecnico: ancora positivi, infatti, sia coach Piero Bucchi sia l’assistente Marco Gandini; in panchina a guidare la compagine brianzola ci sarà per cui Antonio Visciglia.

«Arriviamo da due settimane senz’altro complicate – ha raccontato proprio Visciglia – in cui ci siamo allenati duramente pur avendo delle difficoltà evidenti: dall’assenza di Gaines a quella di due allenatori. Ciononostante, pur non essendo presenti fisicamente, Bucchi e Gandini mi hanno aiutato tanto nella preparazione della partita e per questo li ringrazio, c’è stato un gran lavoro di staff. Piero, inoltre, ripone in me molta fiducia, quindi sono carico. Siamo carichi. Il gruppo si è preparato e faremo di tutto per provare a portare a casa i due punti» ha concluso coach Visciglia alla vigilia del match.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli