Sport
Serie A2

Cantù vola e tiene a bada Cremona: ora sono 6 i punti di distacco

"La spinta del pubblico non ci ha fatto sentire la fatica dell’overtime di Rieti. La bellissima atmosfera del PalaFitLine ha sicuramente aiutato i giocatori ad arrivare alla vittoria"

Cantù vola e tiene a bada Cremona: ora sono 6 i punti di distacco
Sport Canturino, 09 Gennaio 2023 ore 10:01

Una sontuosa Pallacanestro Cantù ieri, domenica 8 gennaio 2023, ha tenuto a bada la Vanoli Basket Cremona nello scontro d'alta classifica al PalaFitLine di Desio. Un 68 a 58 che per gli uomini di coach Meo Sacchetti vuol dire primo posto a 6 punti proprio su Cremona, dodicesimo successo di fila e gioia incontenibile regalata ai quasi 4mila spettatori di ieri.

La cronaca

Coach Sacchetti lancia un quintetto con Rogic, Bucarelli, Severini, Baldi Rossi e Hunt. Subito 6-0 per i locali con le bombe di Bucarelli e Baldi Rossi. Cannon sblocca i suoi, poi Eboua ruba palla a Bucarelli e si porta sul -2. Sfida tra pivot USA con il botta e risposta tra Hunt e Cannon, poi Baldi Rossi mette la sua seconda tripla (11-6). Segue un canestro di Eboua, poi Cantù firma un break di 6-0 (17-8 alla sirena).

È Mobio a sbloccare il punteggio nel secondo quarto da fuori con la prima tripla ospite, a cui segue anche la bomba di Piccoli e la Vanoli va a -1 (18-17). Cremona ci mette fisicità e atletismo, anche con qualche colpo al limite. Hunt da sotto mette il primo canestro canturino del secondo quarto dopo tre minuti. Si infiamma il PalaFitLine quando prima Eboua e poi Mobio fermano fallosamente Nikolic lanciato a canestro in contropiede: cinque viaggi dalla lunetta dell’italo-serbo mandano i padroni di casa sul 25-19. È il momento di Nikolic che mette anche il 27-19. Baldi Rossi recupera palla su Tabu e schiaccia in transizione per il +10 (29-19). Mobio dà ossigeno ai suoi dalla lunga distanza 29-22. Cremona non è precisa al tiro e Cantù ne approfitta con Rogic da fuori più Hunt e Bucarelli ai liberi (35-24). Colpo di coda di Cremona con uno 0-5 di Tabu da fuori e Pecchia (35- 29). Meglio Cantù al tiro nel primo tempo al tiro: 48% contro il 37% ospite.

Al rientro in campo è 0-4 Vanoli con Tabu ed Eboua. Hunt sblocca Cantù, ma Alibegovic ne infila due consecutivi per il pareggio a quota 37. Al 25’ arriva la seconda bomba di Rogic, che poi infila anche il canestro del 42-39. Botta e risposta continuo: Hunt e Nikolic rispondono ad Alibegovic e Denegri (46-43). Cannon fa la voce grossa a rimbalzo per i cremonesi, ma Cantù è viva e replica ai liberi di Denegri con un canestro di Da Ros allo scadere (48-45). Per la Vanoli 12-2 nei punti da seconda opportunità e 17-11 nei punti dalla panchina.

Quarta frazione: parziale di 6-0 impreziosito dalla terza tripla di Baldi Rossi (54-45). Da Ros fa buona guardia a rimbalzo difensivo, mentre Cremona si sblocca con Caroti da fuori (56-48). Non ce n’è per gli ospiti, perché Hunt fa a spallate con canestro più libero e certifica il +11 al 35’ (59-48). I canturini gestiscono nel finale e vincono per 68-58. La tripla di Baldi Rossi sulla sirena non serve però a ribaltare la differenza canestri con i cremonesi.

I commenti post partita

"Eravamo partiti molto bene a livello difensivo, poi è subentrata la fatica e siamo stati poco reattivi in alcuni frangenti - conferma coach Sacchetti -. Ho visto due squadre che hanno messo in campo intensità, noi poi siamo riusciti a portarla a casa e vincere grazie alla difesa. Abbiamo giocato con alcuni quintetti inediti e ho visto una buona risposta in campo da parte dei ragazzi. La spinta del pubblico non ci ha fatto sentire la fatica dell’overtime di Rieti. La bellissima atmosfera del PalaFitLine ha sicuramente aiutato i giocatori ad arrivare alla vittoria, che era l'obiettivo fondamentale, senza pensare alla differenza punti dello scontro diretto. A me interessava solo vincere. Ora pensiamo alla partita di Treviglio".

"Il divario di dieci punti è un po’ ingeneroso nei nostri confronti in termini di energia e intensità - spiega coach Cavina -. Mi dispiace che sia finita con un margine in doppia cifra, ma essere venuti qui e aver tenuto Cantù a 68 punti è sicuramente un fattore positivo, peccato però che noi continuiamo a litigare troppo con il canestro in queste ultime settimane. Per noi è stata una partita di grande sforzo fisico e in cui non siamo stati molto brillanti. Ci manca un po’ di serenità e in questo senso aspettiamo il recupero di Lacey. Ci abbiamo messo la faccia tosta, ma potevamo fare meglio. Detto ciò, nessuna delle due squadre di è nascosta, il che è sicuramente stato un aspetto positivo per il pubblico, che ha regalato una grande atmosfera".

Le foto dell'incontro

324582958_1225091348091317_2971334691002240254_n
Foto 1 di 8
324564782_553636549770267_3228325288500803024_n
Foto 2 di 8
324856233_487265603556654_8785406986202602467_n
Foto 3 di 8
324575549_861131648500055_790735805141639695_n
Foto 4 di 8
324660288_723459335737472_3879594065013501057_n
Foto 5 di 8
324561731_891682781854486_8243001398456544109_n
Foto 6 di 8
324565470_486429376905352_7883231336395786598_n
Foto 7 di 8
324569995_5755401851243603_4489618086865992841_n
Foto 8 di 8

Credit: Pallacanestro Cantù

Seguici sui nostri canali
Necrologie