Sport
Basket

Pallacanestro Cantù vince a Capo d'Orlando

Seconda vittoria consecutiva.

Pallacanestro Cantù vince a Capo d'Orlando
Sport Canturino, 17 Febbraio 2022 ore 10:12

L’Acqua S.Bernardo archivia la trasferta siciliana in quel di Capo d’Orlando mettendosi in tasca due punti importanti. Dopo il successo casalingo contro Trapani di soltanto pochi giorni fa, Cantù ottiene la sua seconda vittoria consecutiva nel recupero della prima giornata del girone di ritorno di Serie A2, Girone Verde. Dopo un tempo supplementare, i canturini hanno la meglio sull’Orlandina; 93- 104 il finale dal “PalaFantozzi”. Decisiva la coppia di americani della S.Bernardo, con 45 punti del duo Bryant-Allen, rispettivamente a referto con 23 e 22 punti. Molto bene anche Bucarelli con 20 punti, così come Stefanelli, il quale, oltre a segnare 13 punti, chiude il match con 6 assist.

Pallacanestro Cantù vince a Capo d'Orlando

Cantù in campo alla palla a due con Bucarelli, Allen, Severini, Da Ros e Bayehe. Dall’altra parte, invece, priva di tutti isuoi tre playmaker di ruolo, ovvero Laganà, Ellis e Traini, l’Orlandina è costretta ad affidare le chiavi della regia alla guardia-ala Vecerina, gli americani Mack e King gli altri due esterni titolari; completano il quintetto siciliano i lunghi Poser e Diouf. Ottima partenza dei padroni di casa, con King e Vecerina sugli scudi; padroni di casa avanti 8 a 2 dopo neppure tre minuti di gioco. Immediata, però, la risposta dei canturini, in vantaggio 15 a 12 al 4’. Con Bayehe già limitato dai falli, coach Sodini manda in campo Cusin, che ripaga alla grande il proprio allenatore con tanta difesa e anche un gran bel piazzato dai cinque metri e mezzo. Quest’ultima giocata lancia la S.Bernardo avanti di due possessi: 16-21 a poco più di un minuto dalla fine. Il primo periodo termina con una prodezza di Bryant proprio allo scoccare della sirena che consente a Cantù di chiudere al 10’ sopra 26 a 16.

La seconda frazione inizia con un’altra grandissima giocata dei biancoblù: Da Ros, da quasi otto metri, piazza la tripla che permette ai brianzoli di scappare sul +13. Dall’angolo Bucarelli allunga ulteriormente il divario tra le due compagini. Bartoli disegna l’azione per Diouf, che, indisturbato in area, realizza il canestro del momentaneo -12, riportando l’Infodrive in partita. Time out chiesto dal grande ex di serata, coach Sodini. Al rientro in campo, uno scatenato Bryant e un propositivo Nikolic macinano punti su punti. Tuttavia, Vecerina riesce a tenere i suoi sulla scia di Cantù, grazie a una tripla e a una poderosa stoppata. Anche Poser contribuisce a tenere viva l’Orlandina. I primi venti minuti, però, sono perlopiù a stampo canturino, con la compagine ospite che, con ampi meriti,riesce a chiudere avanti di quattordici lunghezze alla pausa lunga. 39-53 al 20’.

La terza frazione vede senz’altro una Infodrive molto più combattiva, con Diouf particolarmente solido sotto canestro ma concreto altresì lontano dal ferro, anche in una inedita veste di tiratore. Cantù è però molto brava a tenere altissima la concentrazione e a non perdere il proprio smalto nella metà campo offensiva; Stefanelli, al 27’, fa 2/2 dalla lunetta che vale alla S.Bernardo il meritato +19 (50-69). Ma i locali trovano coraggio e con un paio di triple importanti riescono a tornare sotto di undici; 58 a 69. Un attimo dopo un ispirato Reggiani realizza la tripla del -10 che alimenta una volta di più le speranze dei siciliani. 63-73 al 30’.

L’avvio di quarto periodo premia l’audacia dei padroni di casa che, con Bartoli, pescano un importante jolly da oltre l’arco; 70-75 al 33’. L’Acqua S.Bernardo soffre in difesa e i siciliani ne approfittano una volta di più: Mack pareggia a meno di due minuti dalla conclusione, portando, un po’ sorpresa, il parziale sull’85 pari. Cantù mette nuovamente la testa avanti ma è ancora Mack a far riemergere l’Orlandina. Nel finale un grosso spavento per la compagine di coach Sodini, con Bryant costretto ad abbandonare la contesa, dopo essere rimasto accasciato sul parquet per alcuni istanti. Al 40’ vince l’equilibrio: 89 pari, overtime. Nei cinque minuti extra Bucarelli scuote i suoi con un canestro pesante, realizzato dopo il primo minuto del tempo supplementare. Fortunatamente per Cantù, Bryant fa ritorno in campo, risultando subito preziosissimo alla causa. A due minuti dal termine, Allen si carica l’attacco canturino sulle spalle, segnando cinque punti in fila che avvicinano la S.Bernardo alla bandiera a scacchi. È ancora Allen, autore del suo terzo e del suo quarto canestro consecutivo, a trascinare Cantù nel finale. Finisce 104 a 93 per la squadra allenata da coach Sodini.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie