Menu
Cerca
La candidatura

Pallacanestro lariana Guido Corti si candida alla presidenza della FIP comasca

Pallacanestro lariana domenica 14 marzo si svolgerà l'assemblea elettiva del comitato di Como.

Pallacanestro lariana Guido Corti si candida alla presidenza della FIP comasca
Sport Como città, 14 Gennaio 2021 ore 14:18

Pallacanestro lariana domenica 14 marzo si svolgerà l’assemblea elettiva del comitato di Como.

Pallacanestro lariana “Desidero mettere a disposizione la mia esperienza e le mie competenze a tutto l’ambiente del basket nostrano”

Guido Corti

Domenica 14 marzo sarà una data importante per la pallacanestro lariana che svolgerà infatti l’assemblea elettiva del comitato provinciale Fip d Como. Presso la palestra di Cermenate sarà rinnovato il consiglio provinciale e si svolgerà l’elezione del presidente per il prossimo quadriennio 2021-24. A questo proposito nell’ultime ore ha deciso di scendere in campo e candidarsi alla carica di presidente anche Guido Corti attuale numero uno della Pol. Comense 2015 e volto noto a tutto l’ambiente della palla a spicchi nostrana e nazionale. Corti si candida a succedere ad Antonio Pini che è in carica da ben 24 anni e che dovrebbe ricandidarsi anche quest’anno per il vertice della Fip Comasca. Ecco allora come Guido Corti si prepara alle elezioni del 14 marzo prossimo.

La Candidatura di Guido Corti alla presidenza della Fip di Como

“L’emergenza sanitaria, che si protrae ormai da un anno, ha costretto il mondo del Basket ad interrompere le attività e ad attivare proposte alternative per rimanere in contatto con le atlete e gli atleti, con l’altissimo rischio dell’abbandono sportivo e del passaggio in secondo piano di tutti i valori positivi che la pallacanestro, a tutti i livelli, convoglia in chi la pratica, la segue e la ama.
Per la prossima ripartenza occorreranno nuove forze e nuovi stimoli per cercare di riportare in palestra, e far avvicinare al nostro sport, più ragazze e ragazzi, bambine e bambini, possibili, cercando di creare passione ed entusiasmo in tutto il movimento. Ritengo che il movimento cestistico comasco possa essere in grado, a medio termine, di riaprire con entusiasmo e che per farlo vi siano tante possibilità che devono essere sfruttate e promosse a livello centralizzato.
La promozione di eventi, il dialogo con le istituzioni, le collaborazioni dovranno servire ad incrementare i numeri dell’attività di base e del minibasket maschile e femminile, per permettere, subito, alla nostra pallacanestro, di incrementare i numeri dei tesserati ed anche, in futuro, di ritornare ad essere protagonista a livello di risultati regionali e nazionali, sia a livello giovanile che a livello senior, creando anche giocatori e giocatrici per rinvigorire il movimento senior creando ulteriori testimonial per il futuro delle prossime generazioni. Obiettivi che dovranno essere perseguiti anche a livello arbitrale ed a livello di formazione e crescita degli allenatori, coinvolgendo
anche più nuovi giovani e generazioni possibili, trasmettendo loro passione e voglia di partecipazione alle attività, per mettersi in prima linea e promuovere iniziative sul territorio, a loro stesso vantaggio e per tutte le ricadute positive a livello sociale che vi possano essere.
Sul nostro territorio abbiamo esempi di eccellenze che possono testimoniare, sia a livello maschile che a livello femminile, quanto sia importante la pallacanestro per la vita e il benessere psico-fisico di tutti i praticanti e appassionati; una memoria storica, forse la più importante della Lombardia, che non deve essere abbandonata ma dovrà essere coinvolta. Dopo trent’anni di presenza su innumerevoli campi italiani ed avendo vissuto e conosciuto parecchie realtà societarie ed anche federali in tutta Italia, dopo avere raggiunto gli stessi anni di esperienza a livello tecnico e gestionale in piccole e grandi realtà, ora, a 48 anni, desidero mettere a disposizione la mia esperienza e le mie conoscenze e competenze a tutto l’ambiente della pallacanestro comasca.
Nelle ultime elezioni regionali ho ottenuto ben 160 gradite preferenze da altrettante società, risultando il primo dei non eletti come consigliere regionale, dietro alla cosiddetta “Lista Maggi”, raccogliendo consensi sia dal mondo del basket maschile che da quello femminile e parecchie già dalle società comasche. Per tutti questi motivi indicati, ho quindi deciso di mettermi in gioco ancora e di candidarmi come Presidente del Comitato Provinciale FIP Como. Ritengo che questa situazione storica debba essere vista come il momento adatto per proporre un rinnovamento e per presentare nuove idee, raccogliendo e maturando anche l’esperienza e gli insegnamenti di chi ci ha accompagnato fino a questo momento ed aiutato a crescere, ma coinvolgendo anche nuove persone con l’entusiasmo di chi si appresta ad iniziare una nuova avventura, senza fare un salto nel buio personale, ma sfruttando tanti anni di esperienza alle spalle e la voglia di fare, proporre e collaborare con tutti, in tutto il territorio provinciale, senza pregiudizi. Ritengo che nell’immediato futuro, la promozione della pallacanestro non debba essere lasciata solo nelle mani delle singole società, ma penso che questo processo di aumento della visibilità possa avvenire anche tramite programmi di promozione proposti e condivisi anche dalla Federazione locale. E penso che questo sia possibile farlo anche con budget limitati. La promozione e il coordinamento degli eventi sul territorio sarà fondamentale, così come lo dovranno essere la collaborazione tra le società più importanti e quelle minori e lo sviluppo di progetti scolastici, in collaborazione anche con il comitato regionale. L’espansione del basket nei territori sul lago di Como e nei paesi dove emergono altre realtà sportive, deve essere anch’esso uno degli obiettivi. La creazione di nuovi centri e l’apertura di nuove società non è impossibile e per farlo metterò a disposizione di chi vorrà
tutte le mie esperienze. Ma per iniziare, prioritaria sarà innanzitutto la promozione del basket maschile e femminile in generale, per evitare la chiusura delle società già esistenti e martoriate dalla pandemia, aiutandole in qualsiasi maniera a dare maggiore visibilità alla pallacanestro tramite la creazione di eventi, di storie e di personaggi che possano essere da stimolo alle nuove generazioni dei comaschi per avvicinarli al nostro sport, anche coinvolgendo le importanti realtà sul territorio che si occupano di dare entusiasmo alle disabilità. Per promuovere il movimento sfrutteremo anche le possibilità in arrivo. Il centenario della FIP e le gare di qualificazioni agli europei di basket che si terranno a Milano nel 2022 saranno importanti mezzi di promozione a cui agganciarsi. Troverete maggiori dettagli nella bozza dei 20 punti programmatici che abbiamo iniziato a stilare e che saranno integrati con le proposte che arriveranno dai candidati consiglieri.
Il comitato provinciale FIP dovrà essere da riferimento anche per consulenze regolamentari e per fare da tramite comunicativo sul territorio delle attività di tutte le società, dando più visibilità possibile attraverso i canali social e web”.

La “squadra” di Guido Corti

“Sto allestendo una squadra di 4 candidati provenienti dal mondo delle società comasche che possano rappresentare al meglio le realtà di tutto il territorio, in modo tale da far ripartire la pallacanestro comasca ed essere pronti alle nuove sfide post-pandemia, persone che non siano solo consiglieri di rappresentanza, ma siano appassionati, operativi e propositivi. Una squadra di consiglieri e delegati operativi che dovrà avere voglia ed entusiasmo per portare qualcosa di innovativo e per far crescere il movimento, coinvolgendo anche più realtà e persone possibili con la creazione di commissioni di consulenza e di lavoro. Nelle prossime settimane comunicheremo i nominativi delle persone che si metteranno a disposizione per questo progetto. La speranza è che le nostre idee siano condivise da più società possibili e che ci sia la volontà da parte di più presidenti societari possibili affinché questo rinnovamento possa veramente avvenire. Vi ringrazio per l’attenzione”.

pallacanestro lariana Guido Corti
Guido Corti presidente Pol Comense

 

Necrologie