Festa per la pallacanestro lariana

Pallacanestro lariana il Coni assegna a Guido Corti la stella di bronzo per merito sportivo

Pallacanestro lariana grande onorificenza conferita a un noto dirigente del basket comasco.

Pallacanestro lariana il Coni assegna a Guido Corti la stella di bronzo per merito sportivo
Sport Como città, 03 Dicembre 2020 ore 17:30

Pallacanestro lariana grande onorificenza conferita a un noto dirigente del basket comasco.

Pallacanestro lariana “Sono orgoglioso per questo fantastico riconoscimento che gratifica il mio percorso lungo 30 anni”

Guido Corti

Fa festa la pallacanestro lariana per un riconoscimento arrivato in queste ore e che premia l’attività svolta da un personaggio molto noto nel panorama cestistico nostrano e non solo. Stiamo parlando di Guido Corti, attuale presidente della Polisportiva Comense 2015 che in questi giorni ha ricevuto dal Coni la stella di Bronzo per merito sportivo.

A comunicare la bella notizia direttamente una lettera firmata dal presidente del Coni, Giovanni Malagò che in riconoscimento delle benemerenze conseguite nella sua attività dirigenziale ha sottolineato: “non solo le capacità e i risultati conseguiti in tutti questi anni da Corti ma ha voluto anche esprimere profonda riconoscenza per la generosa collaborazione e l’impegno dedicati allo sport in tanti anni di servizio”. L’onorificenza verrà consegnata di persona al numero uno della Comense quando i tempi lo consentiranno, durante una cerimonia che sarà predisposta dal comitato territoriale del Coni. Intanto  Corti si gode questa sua stella che lo pone nel firmamento cestistico, un grande riconoscimento che premia una carriera lunga quanto ricca di attività iniziata in seno alla grande Pool Comense rivestendo più ruoli da allenatore, istruttore, dirigente ma anche addetto alle statistiche. Proprio in questo settore Corti è stato il primo in Italia a ottenere la licenza FIBA tanto poi da seguire centinaia di partite nazionali e internazionali fino ad oggi.

Guido Corti presidente Comense 2015

“Lo ammetto – confida Corti – sono orgoglioso perchè si tratta di un’onorificenza fantastica a livello personale che premia la mia carriera nello sport. E’ la gratificazione di un percorso compiuto in questo mondo che ho iniziato a 18 anni quando entrai in Comense poi da lì ho svolto molteplici ruoli. Sono orgoglioso, grato e ho tante dediche da fare. Questa stella la dedico a tutti coloro, e sono tanti, che i hanno seguito in questi 30 anni di cammino. Primi tra tutti i miei genitori che mi hanno sempre supportato e mai ostacolato nel mondo dello sport. Poi a chi ha lavorato con me, ai mie collaboratori attuali e passati, alle società sportive con cui ho collaborato in questi anni”.

Corti però ha una dedica speciale e commossa: “A Ciccio Ceruso che mi ha aiutato ed introdotto nel mondo delle statistiche e grazie al quale sono riuscito a diventare quello che sono ora e a  fare oltre 200 partite delle nazionali, 12 europei e 2 mondiali”.

pallacanestro larian Guido Corti con Ciccio Ceruso
Guido corti con l’amico scomparso Ciccio Ceruso a sinistra

Guido Corti però non si ferma anzi guarda avanti: “Ricevere questa benemerenza è comunque un punto di partenza perchè sono giovane e ho davanti ancora numerose splendide avventure in questo mondo. Forse tutto questo era già scritto nel mio diploma della maturità. “L’alunno denota notevoli capacità organizzative anche al di fuori dello studio”.

Insomma Guido Corti può considerarsi un predestinato, che ora può godersi e festeggiare questa sua stella di bronzo nel firmamento dello sport italiano, certificata anche dal Coni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità