Sport
La Vittoria

Pool liberatas Cantù: la prima vittoria nella stagione 2022/23

La vittoria del Pool Libertas Cantù arriva contro una delle squadre più forti del campionato, quella Banca Alpi Marittime Acqua San Bernardo Cuneo.

Pool liberatas Cantù: la prima vittoria nella stagione 2022/23
Sport Canturino, 20 Ottobre 2022 ore 16:36

La prima vittoria del Pool Libertas Cantù in questa stagione 2022/2023 arriva contro una delle squadre più forti del campionato, quella Banca Alpi Marittime Acqua San Bernardo Cuneo che giusto tre giorni fa si è imposta con un netto 3-0 sulla HRK Motta di Livenza. Un match combattuto, nel quale i ragazzi di Coach Denora sono riusciti a trovare le giuste contromisure contro una compagine piemontese che non ha regalato nulla.

Coach Francesco Denora schiera la stessa formazione scesa in campo contro la Kemas Lamipel Santa Coce: Alessio Alberini in cabina di regia, Federico Compagnoni opposto, Alessandro Galliani e Giuseppe Ottaviani in banda, Jonas Aguenier e Federico Mazza al centro, e Luca Butti libero. Coach Massimiliano Giaccardi risponde con Matteo Pedron al palleggio, Andrea Santangelo opposto, Iacopo Botto e Luca Chiapello schiacciatori, Lorenzo Codarin e Nicholas Sighinolfi centrali, e Francesco Bisotto libero.

L'inizio di primo set e del secondo

L'inizio di primo set è di marca cuneese: Botto e Santangelo lanciano la BAM Acqua S. Bernardo (1-4). Il Pool Libertas, però, non sta a guardare: pareggia con Ottaviani e sorpassa con Aguenier (6-5). E' lo stesso schiacciatore canturino a siglare il doppio vantaggio interno (8-6). Un ace di Compagnoni e Cantù vola a +3, con Coach Giaccardi a fermare il gioco (12-9). Al rientro in campo Cuneo conquista subito la parità e sorpassa, convincendo Coach Denora a chiamare time-out (15-16). Qualche errore di troppo dei padroni di casa permette ai piemontesi di allungare, e Coach Denora vuole parlarci su (16-20). E' lo strappo decisivo: i canturini non indietreggiano di un centimetro, ma i cuneesi difendono il vantaggio con le unghie e con i denti, e chiudono con Santangelo (21-25).

A inizio secondo set è un ace aiutato dalla rete di Botto a mandare la BAM Acqua S. Bernardo avanti di due (4-6). Il videocheck conferma che l'attacco di Compagnoni non è stato toccato dal muro, e Cuneo va a +3 (7-10). Il Pool Libertas, però, non sta a guardare e con Galliani e Ottaviani torna sotto (11-12). E' un attacco fuori dello stesso schiacciatore canturino a rilanciare l'azione dei cuneesi, e Coach Denora ferma tutto (11-14). Al rientro in campo Cantù torna sotto con Compagnoni (14-15). I padroni di casa non indietreggiano di un passo e agguantano la parità a quota 18. Santangelo e Botto, però, ristabiliscono la distanza tra le squadre (18-20). Alberini mura a uno Botto, ed è aggancio a quota 20. Codarin mette a terra due attacchi, il secondo al termine di un'azione lunghissima, e Coach Denora chiama il suo secondo time-out (20-22). Chiapello fa invasione in attacco, e Coach Giacchelli vuole parlarci su (22 pari). Al rientro in campo Codarin attacca out, ed è controsorpasso (23-22). A chiudere il combattutissimo parziale è l'ex di turno Preti (25-23).

L'inizio del terzo set e del quarto

L'inizio del terzo set è equilibrato fino all'attacco di Ottaviani che manda i suoi a +2 (7-5). La pipe di Botto si ferma sul nastro della rete, e il Pool Libertas va a +3 (9-6). Un ace di Sighinolfi, e la BAM Acqua S. Bernardo accorcia (10-9). Un ace di Compagnoni e Cantù torna a +3 (13-10). Due errori dei canturini, e Cuneo torna sotto (14-13). Due muri di Aguenier convincono Coach Giaccardi a fermare tutto (17-13). Cuneo le prova tutte per tornare sotto, ma i padroni di casa difendono l'impossibile. Un attacco out di Botto convince Coach Giaccardi a chiamare il suo secondo time-out (22-17). E' lo strappo decisivo: è una battuta lunga di Lanciani a consegnare il parziale ai lombardi (25-19).

A inizio quarto set è un muro a uno di Compagnoni su Chiapello a lanciare avanti il Pool Libertas (4-2), ma la BAM Acqua S. Bernardo sorpassa con un muro di Sighinolfi su Galliani (5-6). Un ace di Alberini ribalta la situazione, e Coach Giaccardi ferma il gioco (10-9). Un ace di Aguenier segna il doppio vantaggio esterno (14-12). Le due squadre lottano punto dopo punto, Ottaviani mette a terra una palla quasi impossibile, e Coach Giaccardi ferma tutto (18-15). Due errori da parte di Cuneo e il vantaggio interno va a +6 (21-15). E' lo strappo decisivo: i piemontesi provano a rosicchiare qualche punto (24-21), ma una battuta out di Parodi consegna parziale e incontro ai padroni di casa (25-21).

Le parole di coach Denora

Queste le parole di Coach Denora a fine partita: “Questa vittoria ci voleva! L'abbiamo rincorsa per tanto tempo, e sono contento sia della prestazione dei ragazzi che per come hanno approcciato la gara. Sono contento soprattutto per lo staff: in questa vittoria c'è tanto merito loro perché stanno facendo un lavoro incredibile. Parlo di Alessio Zingoni, del preparatore, dei fisioterapisti, del medico: hanno avuto tanto da fare, e c'è tanto di loro in questa vittoria. E' stata comunque una partita combattuta, ma giocando contro Cuneo è normale che sia così. Nel primo set siamo partiti molto bene, e perderlo ci ha fatto bene perché ci ha insegnato un po' di umiltà, dato che sopra di due punti abbiamo mollato la presa e ce lo siamo fatti scappare. Poi siamo stati bravi a gestire i momenti del servizio, e questo ci ha aiutato”.

Cantù - Cuneo (2)
Foto 1 di 10
Cantù - Cuneo (1)
Foto 2 di 10
Cantù - Cuneo (5)
Foto 3 di 10
Cantù - Cuneo (4)
Foto 4 di 10
Cantù - Cuneo (6)
Foto 5 di 10
Cantù - Cuneo (7)
Foto 6 di 10
Cantù - Cuneo (8)
Foto 7 di 10
Cantù - Cuneo (9)
Foto 8 di 10
Cantù - Cuneo (21)
Foto 9 di 10
Cantù - Cuneo (22)
Foto 10 di 10
Seguici sui nostri canali
Necrologie