Sport

Dalla Scs Socco calciatrice a 50 anni STORIE DEL 2017

Il Giornale di Cantù regala ai lettori di Giornaledicomo.it le più belle storie raccontate nel corso del 2017 sulle pagine del nostro settimanale.

Dalla Scs Socco calciatrice a 50 anni STORIE DEL 2017
Sport Canturino, 26 Dicembre 2017 ore 12:00

(Fino Mornasco) Ormai tre anni fa Donata Cairoli è tornata dove aveva iniziato da ragazzina, alla Scs Socco. Non contano i 50 anni sulle spalle, sono esperienze, e l’età resta sulla carta d’identità, non entra in campo. La passione per il calcio però le impedisce di lasciare e ha appena firmato per giocare in squadra alla Scs Socco anche la prossima stagione calcistica.

Calciatrice a 50 anni

1 foto Sfoglia la gallery

Donata, come non molte ragazzine di quella generazione, ha iniziato a giocare a calcio proprio nella squadra del suo paese da giovanissima, poco più che bambina. Ai tempi non era così semplice trovare una squadra di calcio femminile in paese, ma Cairoli non si è lasciata sfuggire questa possibilità per coltivare la sua passione. Ha trascorso molti anni nella squadra socchese, per poi seguire il proprio percorso fino ad arrivare in federazione e a giocare nella serie B femminile. Un percorso che però non le ha mai fatto dimenticare l’amore per la sua prima squadra, dove ha iniziato a tirare i primi calci al pallone.

Il racconto del presidente

"Donata ha giocato diversi anni alla Scs Socco durante gli anni Ottanta, allenata da Andrea Agosta. Poi ha fatto tante esperienze e una carriera invidiabile - ha raccontato il presidente della società, Moris Pelizzoni - E’ bello però che per terminare la sua carriera sia tornata nella squadra open a 7 della Scs Socco, ne siamo molto felici". Dopo più di vent’anni infatti Cairoli è tornata a giocare a Socco, nella squadra femminile B della società, allenata da Michelangelo Mercuri. La squadra, alla fine dello scorso campionato, si è posizionata sesta all’interno del proprio girone. La giocatrice dalla scorsa stagione, ha all’attivo sei gol nel suo ruolo di attaccante, ricordando a tutti che il talento (nei piedi) non si perde con l’età.

L'ex compagna

A parlare della scelta di Donata Cairoli di continuare a giocare è anche l’ex compagna di squadra, Rita Piuri, la quale a differenza della giocatrice socchese con gli anni ha scelto di diventare allenatrice. "Io e Donata ci siamo conosciute alla Scs Socco. Io avevo 11 anni, lei 12 - racconta la Piuri - Sono stata io a convincerla ad andare a giocare a Mariano Comense. Lei poi ha cambiato ancora andando alla Benvenuta e alla Cantù San Marco. Insieme abbiamo vinto ben tre campionati al Mariano. Entrambe, quando abbiamo lasciato la Scs Socco, volevamo confrontarci non solo con il calcio a 7 ma anche in quello a 11 dove poi Donata ha mostrato la sua vera natura da esterno destro".

Allenare? No, continua a giocare

Quest’anno Donata ha deciso di continuare il suo percorso da giocatrice, sorprendendo anche l’amica e collega. "Prima dell’inizio del nuovo campionato avevo già intenzione di proporle di venire ad allenare con me ma mi ha presa in contropiede decidendo di firmare per un’altra stagione in campo. Lei è brava calcisticamente ma è soprattutto una grande persona». Donata quindi resta a Socco e farà parte della nuova squadra unificata della femminile. "Per la squadra A si è chiuso un ciclo lo scorso anno, dopo aver vinto il campionato per tre anni di seguito. Alcune ragazze sono andate via e per questo ripartiremo con un’unica rosa femminile" ha spiegato il presidente Pelizzoni.

(Giornale di Cantù, sabato 26 agosto 2017)

Necrologie