Eventi
Storie sotto l'albero

Una canturina sul red carpet: l’attrice La Gala ospite a Venezia

ll Giornale di Cantù regala ai lettori di primacomo.it le più belle storie raccontate nel corso del 2022 sulle pagine del nostro settimanale.

Una canturina sul red carpet: l’attrice La Gala ospite a Venezia
Eventi Canturino, 30 Dicembre 2022 ore 14:00

Una canturina sul red carpet della 79esima Mostra internazionale del Cinema di Venezia. Ospite della kermesse che si concluderà sabato, 10 settembre, è l’attrice canturina Francesca La Gala, protagonista del film prodotto per Amazon Prime "Da una corsa in bicicletta" del marito saronnese, il regista Luciano Silighini Garagnani.

Sul red carpet della 79esima Mostra internazionale del Cinema di Venezia

Nata a Cantù e cresciuta a Cermenate, la 39enne lavora nel settore della pubblicità per una nota emittente televisiva ma fin da giovane coltivava la passione per il grande schermo.

"Subito dopo il liceo ho cominciato a partecipare ai casting, lo facevo nel tempo libero dalle lezioni universitarie - racconta - Sono stata ballerina a "La sai l’ultima?" e ho partecipato a diversi spot pubblicitari e fiction. Ho smesso quando ho cominciato a lavorare a tempo pieno".

Finché l’amore non l’ha riportata alla passione per il cinema.

"L’anno scorso proprio alla Mostra del Cinema di Venezia abbiamo presentato “Da una corsa in bicicletta”, il primo film della trilogia dedicata alla vita di Gianfranco Librandi - ricorda l’attrice - Quest’anno invece io, mio marito e nostra figlia ci godiamo le proiezioni dei film in gara da ospiti. Durante la giornata sono in smart working qui a Venezia e alla sera partecipiamo alle proiezioni".

Il red carpet  ha sempre il suo fascino

Una settimana impegnativa ma di grandi emozioni.

"Il livello dei film in gara è davvero altissimo ed è difficile scegliere - analizza la canturina - “Bardo” di Inarritu è un racconto molto complesso con una grande cura stilistica; “L’immensità” che vede protagonista Penelope Cruz tratta il delicato tema dell’omosessualità in Italia negli anni Settanta. E poi come non citare “Il signore delle formiche” di Gianni Amelio, “The son” con Hugh Jackman sulle malattie mentali e “Blonde” sul - la vita di Marilyn Monroe?".

E aggiunge, spezzando una lancia in favore di Venezia:

"L’atmosfera qui è davvero meravigliosa, si respira aria di cinema ovunque, Cannes non è neppure paragonabile".

Il red carpet inoltre ha sempre il suo fascino.

"Abbiamo incontrato Timotheè Chalamet (protagonista di Bones and All, Ndr) che è stato gentilissimo, così come Penelope Cruz, una persona davvero alla mano".

Finita l’esperienza a Venezia, La Gala e il marito Garagnani torneranno presto sul set.

"Abbiamo già finito di girare “A colpi di pedali”, il secondo capitolo della trilogia, che con tutta probabilità sarà su Amazon Prime già a fine settembre - conclude l’attrice canturina - In autunno invece torneremo sul set, che è il nostro territorio tra Saronno, la Bassa Comasca e il Canturino, per girare l’ultimo capitolo che sarà ambientato ai nostri giorni".

Seguici sui nostri canali
Necrologie