Attualità
le mostre

Festival del Legno 2022: Atelier Fiume, Pinocchio e il Ricciolo barocco da scoprire a Villa Calvi

Tre esposizioni artistiche negli spazi che rappresentano il cuore di Cantù.

Festival del Legno 2022: Atelier Fiume, Pinocchio e il Ricciolo barocco da scoprire a Villa Calvi
Attualità Canturino, 12 Novembre 2022 ore 15:29

Dopo il successo dell’inaugurazione all'ex chiesa di Sant’Ambrogio, dove è ospitata la mostra "Storie di Mobili, Designer e Aziende", della decima edizione del Festival del Legno di Cantù che si è svolta ieri sera, venerdì 11 novembre 2022, la manifestazione ha preso ufficialmente il via questa mattina con il taglio del nastro delle esposizioni tra Villa Calvi, La Permanente Mobili, Corte San Rocco e piazza Garibaldi dove, attorno all'installazione "Antimatter Stone" si è svolto un flash mob che ha coinvolti alunni e studenti delle scuole canturine.

Festival del Legno 2022: Atelier Fiume, Pinocchio e il Ricciolo barocco da scoprire a Villa Calvi

Anche quest'anno Villa Calvi si è confermata anima pulsante della manifestazione dedicata al saper fare canturino che proseguirà con tanti eventi fino al 20 novembre. Il sindaco di Cantù, Alice Galbiati, e il vicesindaco Giuseppe Molteni hanno tagliato il nastro per inaugurare le tre mostre ospitate.

La prima è "Atelier Fiume", un originale percorso espositivo in cui le opere di Salvatore Fiume, attivo per oltre 40 anni anche in Brianza, dialogano senza tempo con le tele realizzate dalla figlia Laura. Nomi che, forse non tutti sanno, sono legati a Cantù grazie a Gio Ponti e Bruno Munari. L’esposizione presenta 17 opere: 9 dipinti di Salvatore Fiume realizzati dal 1965 al 1994, 7 dipinti di Laura Fiume realizzati dal 2015 al 2019 e un'opera dipinta a quattro mani, realizzata nel 1994.

Le opere esposte offrono l’opportunità di scoprire le affinità e le differenze fra due artisti il cui sodalizio artistico e umano li ha portati a lavorare e a sperimentare nell’arte dal 1976 al 1997, nei grandi spazi di una ex-filanda a Canzo, in Brianza, fra studi di pittura e laboratori di
ceramica, serigrafia e litografia.

L’elemento comune è dato dal punto di partenza delle opere: l’uso di materiali diversi dalla tela, una scelta stimolante per la creatività di entrambi che ha posto ciascun artista di fronte a problemi compositivi e materici nuovi, in una costante sfida con sé stesso. I dipinti mostrano come, pur partendo dalla stessa materia pittorica, si possano ottenere risultati completamente differenti.

festival del legno 2022
Foto 1 di 3
festival del legno 2022
Foto 2 di 3
festival del legno 2022
Foto 3 di 3

Sempre in Villa Calvi, trovano spazio "I Quadri di Pinocchio", 8 dipinti su tavola lignea che raffigurano le avventure del burattino al quale i canturini siamo tanto legati. L'esposizione è stata resa possibile dall'associazione culturale Teste di Legno per il Mondo, TeatroArte, Fondazione Nazionale Carlo Collodi, con il supporto di BCC Cantù, EffebiArredamenti, TABU, Gorla, Colombo Engineering srl, Fratelli Borghi.

Terza e ultima esposizione che ha trovato spazio a Villa Calvi "La rivisitazione del ricciolo barocco", una mostra a cura degli studenti del Liceo artistico F. Melotti di Cantù il cui tema è stato proposto dall'associazione Amici del Melotti e che allievi e insegnanti hanno sposato con entusiamo. Abiti, installazioni, sculture, opere su tela e tavole danno nuova vita al grande simbolo dell'epoca barocca, il ricciolo.

festival del legno 2022
Foto 1 di 4
festival del legno 2022
Foto 2 di 4
festival del legno 2022
Foto 3 di 4
festival del legno 2022
Foto 4 di 4

Il vicesindaco Molteni presenta le mostre presenti a Villa Calvi

IL VIDEO

Seguici sui nostri canali
Necrologie