Attualità
STORIE SOTTO L'OMBRELLONE

IM Scudetto: riviviamo la festa nerazzurra alla Pinetina

Il Giornale di Olgiate regala ai lettori di Primacomo.it le più belle storie raccontate nel corso del 2021 sulle pagine del nostro settimanale. Una piacevole lettura sotto l'ombrellone.

IM Scudetto: riviviamo la festa nerazzurra alla Pinetina
Attualità Olgiate, 20 Agosto 2021 ore 09:47

L’Inter è sul tetto d’Italia: la passione dei tifosi nerazzurri «abbraccia» la Pinetina.

IM Scudetto: riviviamo la festa nerazzurra alla Pinetina

Domenica, subito dopo la vittoria del diciannovesimo scudetto, e mercoledì, primo giorno di ritrovo ad Appiano per giocatori, staff, presidente e dirigenti, festa dentro e fuori il «Suning centre». L’entusiasmo dei supporter interisti, come quello dell’olgiatese Salvatore Carotenuto, ha colorato i festeggiamenti per la conquista del campionato. Un idillio nerazzurro per un trionfo sul campo che mancava da 11 anni. E ad Appiano sono arrivati un po’ dappertutto. «E’ il primo successo che festeggio da quando seguo effettivamente l’Inter - spiega Thomas Varisco, 19 anni, di Lentate sul Seveso - E’ un’emozione indescrivibile. Sono orgoglioso di essere stato vicino alla squadra anche negli anni bui». Raffaella Sorrentino, 33 anni, di Bollate ha voluto presenziare fuori dalla Pinetina: «Era doveroso esserci - sottolinea - Aspettavamo questo successo da anni. La cosa più bella di questo scudetto è la forza del gruppo. In questo anno, che ci ha tolto tanto per via della pandemia, c’è qualcosa per cui essere felici».

La forza del gruppo è stato l’ingrediente segreto anche per Angelo Dicerto, 26 anni, di Cantù: «Ringrazio mister e dirigenza per averci portato a questo successo». Un giorno di festeggiamenti, cui ha partecipato Thomas Papale, 30 anni, di San Giuliano Milanese. «Ci tenevo a stare con la squadra - sottolinea - E’ stato difficile quest’anno non poter andare allo stadio, anche se all’inizio sono stato tra i mille fortunati ad aver assistito a Inter-Fiorentina, finita 4-3». Uno scudetto atteso da anni e che, rompendo così il predominio juventino, finalmente è arrivato. «Non era così scontato. Ho iniziato a crederci dopo le partite con Lazio e Milan - le parole di Michael Erba, 28 anni, di Mariano Comense - Sulla carta non ero tanto preoccupato dei rossoneri, pensavo più a un ritorno della Juve». Fuori dalla Pinetina, martedì, Marco Oldani, 23 anni, di Arluno: «Vincere è un’emozione grandissima».

(Giornale di Olgiate,  sabato 8 maggio 2021)

Necrologie