Attualità
dopo quattro anni

Irruzione Skinheads, martedì al via il processo: nuovo presidio di Como Senza Frontiere

Era il 2017 quando 13 uomini imposero ai presenti a un riunione dell'associazione di ascoltare la lettura del loro manifesto.

Irruzione Skinheads, martedì al via il processo: nuovo presidio di Como Senza Frontiere
Attualità Como città, 07 Novembre 2021 ore 15:21

Dopo il terzo rinvio del processo lo scorso 18 ottobre, martedì 9 novembre dovrebbe (ma il condizionale è d'obbligo) partire il processo ai 13 skinheads he nel 2017 fecero irruzione al Chiostrino Artificio durante una riunione di Como Senza Frontiere e imposero ai presenti di ascoltare la lettura del loro manifesto.

Irruzione Skinheads, martedì al via il processo

"Martedì 9 novembre, a partire dalle ore 9, saremo di nuovo in piazza, in largo Spallino, davanti al portico dell’ex chiesa di San Francesco, di fianco al Tribunale - spiegano da Como Senza Frontiere - non solo nella speranza che il processo imbocchi finalmente la strada giusta, ma anche e soprattutto per ricordare all’intera cittadinanza che quell’irruzione non è stata una 'ragazzata', che non è stato un 'fatto isolato' (come le continue azioni fasciste dimostrano, fino al recente, gravissimo assalto alla sede nazionale della Cgil a Roma) e che le istituzioni hanno il dovere – secondo lo spirito e la lettera della Costituzione della Repubblica Italiana – di contrastare i movimenti fascisti, perché senza i valori antifascisti l’orizzonte democratico resta debole e confuso. Per tutto questo, dopo quattro anni, chiamiamo di nuovo la cittadinanza, e tutti le associazioni e i partiti democratici a manifestare contro la violenza e l’odio fascista, nazista e razzista. Contro il fascismo non ci possono essere rinvii o incertezze".

 

Necrologie