Attualità
la sperimentazione

Via alla sperimentazione per l’ampliamento dell’offerta delle prestazioni sanitarie ambulatoriali

Il “pacchetto” di proposte concertato prevede una distribuzione dell’offerta anche sui presidi ospedalieri di Cantù e di Menaggio, oltre che di San Fermo e di via Napoleona.

Via alla sperimentazione per l’ampliamento dell’offerta delle prestazioni sanitarie ambulatoriali
Attualità Como città, 28 Aprile 2022 ore 15:01

Così come indicato da Regione Lombardia, attraverso la delibera di giunta N. XI/6279 approvata lo scorso 11 aprile, Asst Lariana avvierà nel mese di maggio una sperimentazione per l’ampliamento dell’offerta delle prestazioni sanitarie ambulatoriali nei giorni festivi, nella fascia pomeridiana dei giorni pre-festivi e nella fascia oraria serale dei giorni feriali. “La sperimentazione che avviamo rientra nel più ampio progetto di riduzione delle liste d'attesa, fortemente voluto da Regione Lombardia - sottolinea il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi - In attesa di nuove precisazioni, abbiamo già cominciato a valutare come ampliare ulteriormente la tipologia di prestazioni erogate”.

Via alla sperimentazione per l’ampliamento dell’offerta delle prestazioni sanitarie ambulatoriali

La sperimentazione, in questa prima fase, sarà applicata alle prestazioni di diagnostica per immagini quali Tac, mammografie e risonanze magnetiche.

Giorni festivi Domenica 8 e domenica 15 maggio all’ospedale di Cantù dalle 9 alle 13 e domenica 22 e domenica 29 maggio all’ospedale Sant’Anna dalle 9 alle 13.

Fascia pomeridiana dai giorni pre-festivi Sabato 7 e sabato 21 maggio dalle 14 alle 19 in via Napoleona; sabato 14 maggio dalle 14 alle 18 all’ospedale di Cantù; sabato 28 maggio dalle 14 alle 18 all’ospedale Sant’Anna.

Fascia oraria serale dei giorni feriali Il turno serale, dalle ore 20 alle ore 24, sarà così distribuito: giovedì 5 e giovedì 19 maggio all’ospedale Sant’Anna, lunedì 9 maggio all’ospedale di Menaggio, martedì 24 maggio all’ospedale di Cantù.

Programmazione 

Nei prossimi giorni la programmazione sarà poi perfezionata inserendo anche l’attività prevista per i mesi successivi.

Prenotazioni

Per la prenotazione della prestazione, per la quale servirà come sempre l’impegnativa del medico curante, il codice fiscale e la tessera sanitaria, il cittadino potrà fare riferimento ai consueti canali:

  • telefonando al call center regionale (dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20, esclusi i festivi, chiamando l’800.638.638, numero verde gratuito da rete fissa, oppure lo 02/999599 da rete mobile a pagamento al costo previsto dal proprio piano tariffario);
  • utilizzando i servizi di prenotazione online (https://prenotasalute.regione.lombardia.it/prenotaonline/);
  • utilizzando l’App Salutile Prenotazioni attraverso il proprio cellulare (l’App è disponibile per tutti i dispositivi con sistema operativo iOS e Android ed è scaricabile gratuitamente da App Store di Apple e Google Play);
  • in farmacia;
  • negli sportelli Cup delle singole strutture sanitarie.

Pagamento 

Il cittadino/assistito dovrà versare solo la quota di partecipazione alla spesa (cosiddetto ticket sanitario) se dovuta. Il pagamento della prestazione potrà essere effettuato on-line con il sistema PagoPa, scegliendo una tra queste modalità:

  • dall’App SALUTILE Prenotazioni;
  • online con i siti di home banking (riconoscibili dai loghi CBILL o pagoPA);
  • in banca;
  • agli sportelli bancomat abilitati;
  • nei punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5;
  • negli uffici postali;
  • agli sportelli CUP e/o alle macchinette riscuotitrici delle strutture sanitarie.

Effettuato il pagamento viene rilasciata una ricevuta da presentare il giorno della prestazione.

Per quanto riguarda le prestazioni rientranti nella sperimentazione, il pagamento, se lo si volesse effettuare a un Cup, dovrà essere effettuato necessariamente nei giorni precedenti in quanto sarà possibile prolungare l’orario di apertura dello sportello solo all’ospedale Sant’Anna.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie