il problema

App Immuni notifica della positività: “missione impossibile” anche per l’assessore Ferrari

Ormai da settimane si sussegono testimonianze sulle difficoltà nella segnalazione della propria positività.

App Immuni notifica della positività: “missione impossibile” anche per l’assessore Ferrari
Canturino, 02 Novembre 2020 ore 10:27

Il premier Giuseppe Conte aveva parlato di “imperativo morale”. Così era stato etichettato il download dell’app Immuni all’interno di una conferenza stampa. Ormai da settimane però si sussegono testimonianze sulle difficoltà nella segnalazione della propria positività. Un punto fondamentale per far funzionare il tracciamento.

App Immuni notifica della positività: “missione impossibile” anche per l’assessore Ferrari

Matteo Ferrari

Nella lista di chi ci sta provando da giorni, senza successo, si aggiunge anche a Matteo Ferrari, assessore a Patrimonio, Mobilità, Personale, Reperimento Fondi Pubblici del Comune di Cantù. “È da giorni che cerco, senza riuscirci, di segnalare sull’app immuni la mia positività. E non sono l’unico a quanto pare”…”, ha spiegato.

Un problema che era stato evidenziato anche da Giulio Golia, inviato del programma di Italia uno Le Iene. Anche lui positivo, anche lui entrato nel “girone dantesco” dell’app. Basterebbe un clic per caricare il codice, in teoria, ma evidentemente non è proprio così. Sono partite diverse chiamate all’Asl dove Golia è stato rimbalzato a diversi altri numeri di telefoni. Riuscirci in pratica è stato un calvario, durato la bellezza di dieci giorni.

I conti che non tornano

Nonostante i 9,3 milioni di download Immuni ha inviato soltanto 36.200 notifiche di esposizione a rischio con un positivo. Inoltre, sono soltanto 1.530 le persone positive al coronavirus che hanno usato l’app per avvertire i loro contatti stretti, generando così le 36.200 notifiche di cui sopra. Italiani poco diligenti o app con più di qualche problema?

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia