Cronaca
l'inchiesta

Arrestati due ex assessori canturini per bancarotta fraudolenta: società "svuotate" prima di pagare le tasse

Terremoto in città con l'arresto di due ex amministratori del Comune di Cantù: Claudio Ferrari e Giorgio Quintavalle.

Arrestati due ex assessori canturini per bancarotta fraudolenta: società "svuotate" prima di pagare le tasse
Cronaca Canturino, 22 Novembre 2022 ore 10:54

Bancarotta fraudolenta, società "svuotate" prima di pagare le tasse: arrestati due ex assessori canturini.

Arrestati due ex assessori canturini per bancarotta fraudolenta: società "svuotate" prima di pagare le tasse

Terremoto a Cantù dopo gli arresti di ieri da parte del Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza. La vicenda infatti coinvolge cinque persone legate al territorio e, in particolare, tra gli arrestati ci sono due volti notissimi in città. Da ieri, lunedì 21 novembre 2022, si trovano in carcere al Bassone di Como per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e bancarotta fraudolenta l'ex assessore all’Ambiente ed Ecologia del Comune di Cantù dal 2007 al 2012 Claudio Ferrari, 54 anni, e Giorgio Quintavalle, l'ex a

Tre le società fallite in modo sospetto collegate ai canturini finiti in manette: la Forma Urbis srl di Cantù, fallita nel 2021, la Cantieri Moderni Real Estate e la Cantieri Moderni. Inoltre altre società legate agli ex amministratori della città del mobile sono in liquidazione. Secondo quanto ricostruito dai finanzieri le società dei canturin i acquistavano terreni agricoli o con altre destinazioni d'uso che, successivamente, con modifiche ai Pgt dei Comuni, ottenevano la destinazione commerciale. A quel punto i terreni venivano rivenduti a prezzi notevolmente più vantaggiosi.

A quel punto però le società immobiliari che avevano incassato il valore delle vendite dei terreni, diventavano protagoniste di rapporti con società svizzere sui quali venivano "girati" i soldi. Tutto ciò accadeva poco prima che le società immobiliari avrebbero dovuto pagare le tasse al Fisco. A quel punto le società immobiliari venivano dichiarate fallite, rendendo impossibile per l'Erario riscuotere quanto dovuto.

Seguici sui nostri canali
Necrologie