I numeri dell'epidemia tra Como e Varese

Buone notizie da Ats Insubria: “I contagi si stanno riducendo in maniera esponenziale”

Nella mattinata di oggi è andata in scena la settimanale conferenza stampa di aggiornamento.

Buone notizie da Ats Insubria: “I contagi si stanno riducendo in maniera esponenziale”
Cronaca Como città, 04 Dicembre 2020 ore 12:40

“I nuovi positivi, si stanno riducendo in maniera esponenziale rispetto alla partenza del contagio. Così come sono cresciuti rapidamente, ora decrescono”. Parole di Giuseppe Catanoso, Direttore Sanitario di Ats Insubria, oggi durante la settimanale conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione nell’area di Varese e Como.

Buone notizie da Ats Insubria: “I contagi si stanno riducendo in maniera esponenziale”

Dopo il picco raggiunto nelle prime due settimane di novembre, il numero di nuovi casi è in rapida discesa. In crescita anche il numero delle persone che guariscono e risultano negative al successivo tampone.

I GRAFICI 

5 foto Sfoglia la gallery

Meno tamponi

“Attualmente Ats Insubria sta effettuando le attività in linea con quanto previsto dalla normativa regionale e nazionale, tamponando i contatti sospetti, sintomatici, che vengono segnalati dai medici di base. Poi ci sono i contatti di caso, che possono scegliere se sottoporsi al tampone o attendere i 14 giorni di isolamento senza sintomi, e infine quei contatti che sviluppano i sintomi durante la quarantena. La discesa dei tamponi non deve preoccupare perchè nel momento in cui riusciamo a mettere in quarantena i casi positivi e i loro contatti riduciamo le persone che presentano sintomi”.

I decessi

Come già era stato più volte spiegato, l’ultimo dato in calo è quello che riguarda i decessi.

“La curva è in lieve aumento. Purtroppo i decessi rispecchiano la situazione dei contagi di almeno 2-3 settimane prima. La curva quindi non si ridurrà prima di una settimana”.

Covid hotel

Ad oggi si registrano nove ingressi negli hotel sul territorio di competenza di Ats Insubria. Un paziente è stato dimesso oggi da Lomazzo. “Continuiamo a lavorare anche in questo senso, è un percorso che stiamo portando avanti anche grazie a sindaci e medici di medicina generale. Da qualche giorno è anche possibile tracciare gli ospiti ricoverati, in modo da fare segnalazioni tempestive a Regione”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità