Cronaca
l'aggiornamento

Coronavirus, ancora buoni i dati. Gallera: "Ats Insubria attiverà 7 unità di continuità assistenziale"

Circa 3mila nuovi posti letto nelle degenze di sorveglianza.

Coronavirus, ancora buoni i dati. Gallera: "Ats Insubria attiverà 7 unità di continuità assistenziale"
Cronaca Como città, 30 Marzo 2020 ore 18:12

Tradizionale punto informativo online pomeridiano con l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

LEGGI ANCHE --> Fontana: “Siamo sulla buona strada ma non significa che non dobbiamo più rispettare l’isolamento”

Coronavirus, ancora buoni i dati. A Como 47 nuovi casi

"Voglio partire segnalando lo straordinario gesto di una signora milanese 80enne che ha fatto recapitare a me e al presidente Attilio Fontana due mascherine fatte a mano da lei per noi. Una grazie per questo gesto speciale che mi riporta a ricordare che, da qui in poi, tutti dovremo abituarci a usarle. Per proteggere noi stessi e gli altri" ha esordito l'assessore Gallera.

Nel frattempo l'assessore al Welfare ha annunciato i numeri sui contagi che "confermano quelli che abbiamo visto negli ultimi giorni e che ci confortano".

Tamponi effettuati

25 marzo 81666 + 4971
26 marzo 87713 +6047
27 marzo 95860 +8147
28 marzo 102503 + 6643
29 marzo 107398 +4895
30 marzo 111057 +3659

Bollettino odierno

Ieri/oggi:
Contagi 41007/42161 + 1154
Ricoveri non TI 11613/11815 +202
Ricoveri TI 1328/1330 + 2
Decessi 6360/6818 + 458

I casi per provincia /ieri/oggi:

BG    8527/8664 +137
BS     8013/8213 + 200
CO    1011/1061 + 47
CR     3762/3788 + 26
LC   1381/1437 + 56
LO    2058/2087 + 30
MB    2265/2362 + 97
MI      8329/8677. + 347
MN    1550/1617 + 67
PV     1974/2036 + 62
SO    422/446 + 24
VA    812/866 + 54

908 in fase di verifica

Al via anche nel Comasco le unità di continuità assistenziale

Gallera ha annunciato l'avvio in diverse province delle degenze di sorveglianza e delle unità  speciali di continuità assistenziali.

Le degenze di sorveglianza sono strutture sanitarie/socio sanitarie/ricettive dove verranno collocate le persone che possono essere dimesse dagli ospedali ma che non sono ancora negativizzate dall'infezione da Coronavirus. Stanno bene ma devono stare in isolamento per evitare di continuare a diffondere il virus.

Inoltre in queste strutture verranno portate anche le persone che arrivano dal territorio. Sono state infatti attivate le unità speciali di continuità assistenziale, ovvero squadre di medici che fanno visite a domicilio ai pazienti che hanno segnalato sintomi da Covid 19; ne  verificano le condizioni e in caso di necessità le collocano appunto nelle degenze di sorveglianza.

"Contiamo di attivare 3mila posti letto di questo tipo" ha spiegato Gallera che ha annunciato che Ats Insubria farà partire in settimana 7 unità speciali di continuità assistenziale.

Necrologie