Cronaca
doppio lutto

Coronavirus, ci sono due decessi a Grandate. L'appello del sindaco: "State a casa"

Il primo cittadino: "Restate a casa; cari nonni rimanete in casa. Non uscite tutti i giorni a fare la spesa".

Coronavirus, ci sono due decessi a Grandate. L'appello del sindaco: "State a casa"
Cronaca Canturino, 17 Marzo 2020 ore 22:21

Il sindaco di Grandate, Alberto Peverelli, ha comunicato due decessi a causa del Coronavirus. Al momento risultano nove i nuclei familiari in quarantena preventiva, in totale sono saliti a sei i casi positivi (compresi i due morti), giovedì 12 marzo 2020 ne risultavano due.

Coronavirus, ci sono due decessi a Grandate

Queste le parole del primo cittadino.

"Cari concittadini,

è il momento di far sentire ancora di più la nostra appartenenza alla comunità.

Il numero di grandatesi positivi al Covid-19 purtroppo sta aumentando.

- 6 sono le persone positive, di cui 2 sono decedute.

- 9 sono i nuclei familiari in quarantena preventiva.

Siamo tutti vicini alle famiglie coinvolte.

Sono stato informato della disponibilità che stanno dimostrando i vicini di casa nel fornire l’utile servizio della spesa alle famiglie in quarantena.

Sono orgoglioso di rappresentare una comunità che si prende cura di chi è in una situazione di necessità.

Mi raccomando, però, di usare le dovute precauzioni.
Vi ricordo, inoltre, che sono attivi i servizi di supporto della Croce Rossa e dei Servizi Sociali per le persone prive di una rete familiare.

Cari grandatesi continuate ad osservare le regole.

Non ci sono le mascherine per la popolazione.

Il Presidente dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri ha dichiarato in questi giorni che iniziano a "scarseggiare le scorte di mascherine a più alta protezione, utilizzate in particolar modo nelle terapie intensive”.

Le mascherine servono per gli Ospedali, i Medici di famiglia, le Forze dell’Ordine, la Croce Rossa e i volontari.

Purtroppo ho constatato che ancora tante persone passeggiano per il paese.

Restate a casa; cari nonni rimanete in casa.
Non uscite tutti i giorni a fare la spesa.

E nell’eventualità in cui si manifestasse la febbre, avvisate tempestivamente il medico di famiglia. In questa situazione, a titolo cautelativo, è necessario che anche i Vostri familiari rimangano in casa.

Abbiate cura di Voi, dei Vostri cari e di tutti noi grandatesi".

 

Necrologie