Cronaca
la risposta

Episodio in Spina Verde, pronta la replica della Guardia Nazionale: "Nessun abuso commesso e lo sfollagente era una torcia"

Il presidente: "Il nostro compito è di invitare i contravventori a uniformarsi alle regole vigenti nel Parco".

Episodio in Spina Verde, pronta la replica della Guardia Nazionale: "Nessun abuso commesso e lo sfollagente era una torcia"
Cronaca Como città, 06 Febbraio 2021 ore 17:40

Nella giornata di ieri, venerdì 5 febbraio 2021, abbiamo dato conto di una riflessione del gruppo Civitas Progetto Città relativa a un episodio avvenuto nel parco Spina Verde tra un passante e un volontario della Guardia Nazionale. Pronta la replica dell'associazione di volontariato, tramite le parole del suo presidente, Franco Zerbato. Riportiamo di seguito integralmente la risposta.

Episodio in Spina Verde, pronta la replica della Guardia Nazionale

Le parole di Zerbato:

"Apprendiamo del comunicato stampa di tale “Civitas – Como-Progetto città”, che appare essere un organo politico comunale, ove sono riportate affermazioni circa fatti e circostanze avvenuti in data imprecisata a Como, nel Parco Spina Verde. Vi si afferma che sarebbero stati commessi atti arbitrari verso persone non precisate da parte di una Guardia volontaria in servizio, effettiva alla scrivente Organizzazione, e che sarebbe stato osservato il porto di un “manganello”.

Da una breve indagine interna è risultato che nessun abuso è stato commesso e che il comportamento della Guardia in tale circostanza è stato del tutto consono alla normativa. Pertanto i fatti sono stati riportati da “Civitas” in modo opportunistico e non rispondente al vero, attribuendo comportamenti illegittimi in realtà non avvenuti. Rammentiamo che la GN collabora da 4 anni con il Parco Spina Verde nella manutenzione dei sentieri e nella vigilanza sui regolamenti, come da convenzione stipulata con l’Ente Regionale P.S.V. il quale ha piena facoltà di individuare in proprio i soggetti delegati a tali funzioni. In tale ambito, il nostro compito è di invitare i contravventori a uniformarsi alle regole vigenti nel Parco, e a fare intervenire gli organi di Polizia quando necessario. Non è nostra facoltà elevare sanzioni, che essendo atti giudiziari sono in capo alla Polizia giudiziaria e non si comprende come “Civitas” possa accusare una nostra Guardia di aver voluto compiere un atto che materialmente non avrebbe comunque potuto fare.

Del tutto ingiustificata è l'affermazione relativa al “manganello” che è risultato essere una torcia elettrica, e al riguardo stiamo valutando se tale affermazione non costituisca fatto rilevante ai sensi di legge. Deploriamo apertamente perciò che “Civitas”, per ragioni a noi ignote, abbia diffuso notizie diffamatorie nei confronti di Volontari che, così come Altri, dedicano gratuitamente il proprio tempo, fatica e risorse per rendere il Parco Spina Verde fruibile in sicurezza a tutta la comunità".

Necrologie