Cronaca
Solidarietà

Famiglia di Figino va in missione in Perù

Manuel, Anna e la figlia Ester andranno a Pucallpa, città peruviana nell'Amazzonia.

Famiglia di Figino va in missione in Perù
Cronaca Canturino, 09 Agosto 2021 ore 10:55
Famiglia di Figino va in missione in Perù.

Famiglia di Figino va in missione in Perù

Come riporta il sito della comunità pastorale San Paolo della Serenza, Anna e Manuel Manca, con la loro figlia Ester di Figino sono partiti oggi, lunedì 9 agosto, per andare in missione in Perù, a Pucallpa, città peruviana nell'Amazzonia. Abiteranno presso l'oratorio di una parrocchia in cui svolge il suo ministero un sacerdote dell'Operazione Mato Grosso. Si occuperanno anche della scuola di musica: l'educazione musicale è un buona occasione per educare i giovani e strapparli da una vita povera abbandonati nelle strade della città.

La lettera

Prima di partire hanno voluto lasciare una lettera a don Alberto, che qui pubblichiamo: " Carissimo Don Alberto, scriviamo a te per arrivare un po’ a tutti gli amici parrocchiani. Tra qualche giorno partiremo per il Perù, dove andremo a vivere come volontari in una delle case/ missione dell’Operazione Mato Grosso. Precisamente andremo a Pucallpa, una città situata nella zona amazzonica del Perù, attraversata dal fiume Ucayali. Questa città è sorta negli ultimi decenni, edificata velocemente parallelamente al rapido disboscamento della preziosa foresta amazzonica. È abitata da persone che non hanno radici ed origini locali, poiché arrivate da zone diverse delle montagne e della foresta, dove si hanno stili ed abitudini diverse. Per cui è una città senza identità e storia precisa, ed è caratterizzata da disperati in cerca di una vita migliore e da precarietà persistente. In questo contesto, vive da diversi anni un nostro amico sacerdote Padre Marco, originario di Besana Brianza. Andremo ad accompagnarlo nelle varie attività che negli anni ha avviato per proporre un cammino buono ai tanti giovani e bambini della sua parrocchia che, diversamente, passerebbero le loro giornate senza riferimenti ed in balia dei pericoli delle periferie della città. L’attività più importante della parrocchia, oltre ai consueti impegni legati alla catechesi e all’oratorio, sarà quello dell’apertura di una scuola di musica. Sarà una scuola completamente gratuita dove bambini e giovani potranno imparare a suonare uno strumento musicale e a cantare in coro. In una città come Pucallpa, dove regna la confusione, la povertà e la mancanza di prospettive per il futuro, insegnare l’arte della musica diventa un importante strumento educativo, poiché educa alla disciplina, al gusto dell’armonia e soprattutto al sapersi coordinare con gli altri. Avremo diversi collaboratori peruviani che hanno deciso di regalare parte del loro tempo per dedicarsi a quest’attività in forma gratuita per il bene dei ragazzi. Il sabato e la domenica faremo con il parroco e gli altri catechisti l’oratorio, sullo stile di Don Bosco; si invitano i giovani a partecipare alla messa domenicale e prima e dopo si fanno alcune attività come la catechesi, i giochi e l’aiuto ai poveri. Quello dell’aiuto ai poveri è il cuore della proposta dell’oratorio: insegnare ai ragazzi ad avere attenzione verso i più deboli ed emarginati. Nel concreto si va da alcune persone bisognose (anziani e disabili) ad aiutarli a preparare il pranzo, a lavare i vestiti, a coltivare l’orto ed a fargli semplicemente compagnia. Il messaggio importante da far vivere ai ragazzi è quello della gratuità e della carità semplice e concreta. Desideriamo ringraziare di cuore tutte le persone che qui a Figino hanno condiviso con noi tante attività vissute insieme, il gruppo delle catechiste, gli amici chierichetti, le famiglie della scuola di nostra figlia Ester, le sue catechiste… Un grandissimo grazie a tutti sperando di portare un po' del calore e della generosità figinese nelle periferie della selva del Perù! Un grande grazie al Don Alberto che ci accompagna con la preghiera e l’affetto. Vi staremo vicini da lontano nel giorno della consacrazione della nostra Chiesa… che il Signore faccia sempre fiorire i talenti di ciascuno e regali tante vocazioni alla nostra Comunità. Un grande abbraccio, Manuel, Anna ed Ester".

Necrologie