Menu
Cerca
Il punto della situazione

Hub massivi Asst: “A Menaggio verrà coperta la fascia 70-80 anni. Su Cantù….”

"L'ospedale di Menaggio è disponibile su richiesta del territorio e della Regione per coprire la popolazione nella fascia di età 70-80 anni".

Hub massivi Asst: “A Menaggio verrà coperta la fascia 70-80 anni. Su Cantù….”
Cronaca Canturino, 13 Aprile 2021 ore 15:57

L’Asst lariana fa il punto della situazione per quanto riguarda gli hub massivi sul territorio comasco.

Hub massivi Asst: “A Menaggio verrà coperta la fascia 70-80 anni

“La programmazione della campagna vaccinale è in capo a Regione e con l’attivazione degli hub per la vaccinazione massiva l’indicazione è stata di concentrare tutte le risorse in questi centri al fine di garantire elevati volumi di inoculazioni. I due hub massivi individuati e gestiti da Asst Lariana sono Lariofiere a Erba e Villa Erba a Cernobbio, dove, stante la disponibilità di vaccini, si arriverà a poter garantire fino a 3mila somministrazioni al giorno. In capo alla cooperativa Medici Insubria, cooperativa di medici di medicina generale, è stato avviato anche un Centro Vaccinale a Lurate Caccivio.

Per quanto riguarda l’ospedale di Menaggio, la struttura si è resa ulteriormente disponibile su richiesta del territorio e della Regione per coprire la popolazione nella fascia di età 70-80 anni. Resta attivo per questa popolazione anche il punto vaccinale di Centro Valle Intelvi promosso, organizzato e gestito dai sindaci della Valle Intelvi”, spiega Asst lariana.

“L’ospedale di Cantù si occuperà di pazienti fragili e over 80”

Focus anche sull’area del Canturino: “In fase di definizione l’avvio di un Hub Vaccinale di prossimità a Mariano Comense, che sarà gestito da medici di medicina generale”. Mentre per quanto riguarda la città di Cantù: “L’ospedale di Cantù, come sempre detto, continuerà la propria attività vaccinale garantendo le somministrazioni ai pazienti fragili e vulnerabili che sono in carico a questa struttura, così come le seconde dosi agli over 80”. Non sembrano quindi aprirsi spiragli su un hub nella città canturina.

“Quanto alla richiesta di un incontro – osserva il direttore generale Fabio Banfi – ho sempre garantito la mia disponibilità ad intrattenere rapporti collaborativi e di confronto con i sindaci del territorio così come con qualsiasi livello istituzionale e organizzazione sociale”.

Necrologie