i ricordi

In Regione Lombardia la commemorazione dell’ex consigliere Emilio Russo

Alessandro Fermi: "In lui la passione politica e civile, connotata da autorevolezza e intransigenza sui valori in cui credeva, si associava sempre alla stima e al rispetto degli avversari".

In Regione Lombardia la commemorazione dell’ex consigliere Emilio Russo
Olgiate, 06 Ottobre 2020 ore 12:04

“Un uomo ricco di talenti, docente di lettere e storia particolarmente amato dai suoi studenti, e poi scrittore poliedrico a cui si devono saggi di argomento storico e filosofico, racconti, poesie e romanzi. In lui la passione politica e civile, connotata da autorevolezza e intransigenza sui valori in cui credeva, si associava sempre alla stima e al rispetto degli avversari”. Ha spiegato il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, commemorando questa mattina all’inizio dei lavori assembleari l’ex consigliere regionale Emilio Russo, comasco, professore, saggista, scrittore, giornalista e politico di lungo corso (Consigliere provinciale e regionale, Consigliere e Assessore comunale), scomparso a metà settembre all’età di 70 anni dopo una tragica caduta durante una passeggiata sui monti che sovrastano Lezzeno sopra il lago di Como.

In Regione Lombardia la commemorazione dell’ex consigliere Emilio Russo

“Ad Emilio, che in questa Aula è stato Consigliere per due legislature, dal 1980 al 1990, va il ricordo commosso del Consiglio regionale lombardo, che si unisce a sentimenti di vicinanza e cordoglio per la moglie e i familiari”, ha continuato Fermi. A prendere parola è stato anche il Consigliere regionale comasco Angelo Orsenigo (PD) per tracciare un commosso e toccante ricordo di Emilio Russo. Nato a Ronago e residente a Olgiate Comasco, Russo è stato un esponente di primo piano della sinistra comasca. Cattolico, una formazione giovanile nelle ACLI, nel 1975 si è iscritto al Partito Comunista Italiano, di cui è stato l’ultimo segretario provinciale di Como e il primo del PDS. Diversi gli incarichi politici: nei dieci anni da Consigliere regionale si è dedicato in particolare ai temi culturali, ma si è rivelato anche un grande esperto in materia contabile e finanziaria, tanto che sulle tematiche di bilancio, dal 2001 al 2005, ha collaborato con il Gruppo regionale della Lista Bonino. Il suo ultimo romanzo, dal titolo “Avvinta come l’edera”, è del 2019, un insolito giallo ambientato a Onagro (anagramma di Ronago), borgo immaginario che non a caso molto assomiglia al paese natio.

Emilio Russo lascia la moglie Teresa Malfasi, presente alla commemorazione nell’Aula di Palazzo Pirelli con il fratello Evaristo, e i figli Emilio e Claudio, quest’ultimo anch’egli presente con la moglie alla cerimonia in Consiglio regionale. Gianstefano Buzzi e Giovanni Cominelli, ex colleghi e amici di Emilio, hanno rappresentato l’Associazione Consiglieri; erano presenti anche molti ex Consiglieri regionali tra cui Carlo Porcari, Ardemia Oriani, Lorenzo Strik Lievers, Alessandro Litta Modignani e Daniela Benelli.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia