il dolore

Omicidio don Roberto, il vescovo Cantoni: “Era il Santo della porta accanto” VIDEO

Le prime parole del vescovo di Como dopo la tragedia.

Omicidio don Roberto, il vescovo Cantoni: “Era il Santo della porta accanto” VIDEO
Como città, 15 Settembre 2020 ore 11:12

Poche parole ma sentite che provano ad esprimere i sentimenti che scaturiscono dopo l’omicidio di don Roberto Malgesini, 51 anni, parroco della chiesa di San Rocco. A parlare è anche il vescovo di Como, Oscar Cantoni, tra i primi ad arrivare sul luogo della tragedia questa mattina.

Omicidio don Roberto, il vescovo Cantoni tra “Dolore e sgomento”

“Esprimo grandissimo dolore e sgomento di fronte a questa morte ma anche orgoglio del vescovo e chiesa di como per un uomo che ha dato la vita attraverso gli ultimi” sono state questa mattina le prime parole del vescovo.

“Siamo umanamente colpiti dalla morte per assassinio di don Roberto, ma viviamo intensamente nella fede questo drammatico lutto, nel giorno in cui celebriamo la memoria di Maria Addolorata, un giorno importante anche perché ricorre l’anniversario della morte di don Pino Puglisi – spiega il vescovo Cantoni – I Santi si ricorrono… Sono convinto che don Roberto sia stato un “Santo della Porta accanto”, per la sua semplicità, per l’amorevolezza con cui è andato incontro a tutti, per la stima che ha ricevuto da tanta gente, anche non credente o non cristiana, per l’aiuto fraterno e solidale che ha voluto dare a tutti a questa città, che ha tanto bisogno di imparare la solidarietà, perché questo è il nuovo nome della pace.

Don Roberto ha svolto il suo ministero in una dimensione veramente pastorale, si è donato a tutti perché, mi ripeteva spesso, “I poveri sono la vera carne di Cristo”. Il suo servizio era rivolto alle singole persone per poter far sperimentare la tenerezza di Dio che si piega e si china sulle persone bisognose.

Vi invito tutti a pregare, quelli che potranno, questa sera si ritroveranno in Cattedrale, pregheremo per don Roberto, per la sua famiglia ma anche per colui che lo ha ucciso”.

Il ricordo delle Acli

“Le ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, Ndr) di Como, nell’apprendere la notizia della morte di don Roberto Malgesini, esprimono la propria vicinanza al vescovo Oscar ed a tutta la comunità diocesana. La tragedia che ha colpito il “prete degli ultimi” è motivo di dolore e di sincera commozione non solo per la comunità religiosa, ma per tutta la società civile. Ci lascia una persona tanto umile e stimata da tutti, che ha vissuto per soddisfare i bisogni primari del prossimo. Il primo pensiero va alla sua famiglia che perde una persona cara, ma anche a tutte le persone che gli sono state vicine in questi anni e che con lui sono un punto di riferimento per le persone che vivono ai margini. Le persone come don Roberto non muoiono per sempre, solo si allontanano. Lo sentiremo sempre nel nostro cuore”.

LEGGI ANCHE >> Ecco chi era don Roberto 

LEGGI ANCHE –> Prete ucciso parla il sindaco: “Un dolore per tutta la comunità”. Proclamato lutto cittadino

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia