Cronaca
Follia

Paura a Capodanno: lanciano una parte dell'airbag sul tetto di una casa e rompono alcune tegole

Si trattava di un oggetto in acciaio di forma cilindrica lungo circa 30 centimetri.

Paura a Capodanno: lanciano una parte dell'airbag sul tetto di una casa e rompono alcune tegole
Cronaca Canturino, 02 Gennaio 2023 ore 15:39

La Compagnia Carabinieri di Cantù, nel corso dell’ultimo fine settimana di festeggiamenti, ha proseguito con un controllo straordinario del territorio, impiegando un elevato numero di militari, in divisa ed in borghese, dedicando particolare attenzione alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, al controllo degli esercizi commerciali ed alle principali vie di comunicazione.

Paura a Capodanno: lanciano una parte dell'airbag sul tetto di una casa e rompono alcune tegole

Nel corso della serata di Capodanno, alle 00.15 circa, il tetto di una privata abitazione è stato colpito da un oggetto in acciaio di forma cilindrica lungo circa 30 centimetri, con dei fili elettrici che fuoriuscivano da un lato dell’oggetto, causando la rottura di alcune tegole e un forte spavento da parte delle persone che stavano festeggiando il capodanno in strada.

I Vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’oggetto che inizialmente appariva simile ad un I.E.D. (Improvised Explosive Devices). La mattina successiva sono intervenuti sul posto i militari del NOR - Aliquota Radiomobile e personale della Stazione Carabinieri di Fino Mornasco, che hanno effettuato il sopraluogo e delimitato la zona di intervento. Nel corso della mattinata appena trascorsa sul posto anche i militari del Nucleo Artificieri Antisabotaggio di Milano, che dopo un attento esame esterno ed una “radiografia” dell’oggetto, necessaria ad escludere la presenza di esplosivo, hanno accertato che si trattava di un oggetto inerte, probabilmente proveniente dall’airbag di un veicolo, usato impropriamente come artifizio la sera di capodanno.

WhatsApp Image 2023-01-02 at 15.24.43
Foto 1 di 3
WhatsApp Image 2023-01-02 at 15.24.38
Foto 2 di 3
WhatsApp Image 2023-01-02 at 15.24.38 (1)
Foto 3 di 3

Gli altri interventi

I militari del NOR – Aliquota Operativa, a conclusione degli accertamenti, deferivano in stato di libertà, per accensioni ed esplosioni pericolose, un 40enne pregiudicato ed una 34enne con precedent di polizia, poichè nel pomeriggio del 24 dicembre venivano notati da un privato cittadino mentre esplodevano alcuni colpi d'arma da fuoco, poi rivelatisi a salve. Dall’esame della targa dell’auto usata dai due, si risaliva alla loro identità, che permetteva di eseguire una perquisizione presso la loro abitazione, dove venivano trovati e sequestrati una pistola "scacciacani", con tappo rosso e 48 cartucce a salve, i cui bossoli sono compatibili con quelli rinvenuti sul luogo dell'evento. Invece i militari della Stazione Carabinieri di Lomazzo, in seguito alla segnalazione da parte della Questura di Como che monitora le schede degli alloggiati presso le varie strutture alberghiere, rintracciavano in un hotel ed eseguivano un ordine di carcerazione nei confronti di un 42enne, operaio, pregiudicato, che dovrà scontare un anno e tre mesi di reclusione, per una rapina commessa nel 2012. I Militari della Stazione Carabinieri di Cantù, traevano in arresto in flagranza di reato per rapina e maltrattamenti un 49enne, che aveva dapprima aveva picchiato e poi rapinato la sua compagna, con la quale si trovava a cena in un locale pubblico (QUI i dettagli).

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie