ottimo risultato

Più di 100 i Panettoni Sospesi di Como donati in una settimana: ora la consegna con Siticibo

Il programma della Fondazione Banco Alimentare Onlus procederà con il ritiro e la consegna diretta alle strutture caritative.

Più di 100 i Panettoni Sospesi di Como donati in una settimana: ora la consegna con Siticibo
Cronaca Como città, 24 Dicembre 2020 ore 11:34

Grande soddisfazione da parte della Delegazione Lariana dell’Accademia Italiana della Cucina e di Confcommercio Como che hanno rispettivamente promosso e patrocinato l’iniziativa Panettone Sospeso. Nella giornata di martedì 22 dicembre sono stati raccolti i risultati delle pasticcerie aderenti di Como ovvero Fuin, Luisita, Dolciamo, Capriccio, Tina Beretta, Carenzio Massimo, La Vecchia Como, Pasticceria Mignon e Monsieur Chocolat Cioccolateria Franzi ed il risultato è stato davvero superiore alle aspettative: più di 100 panettoni sospesi di qualità artigianale verranno distribuiti ai bisognosi garantendo un Natale dignitoso anche a chi non ne ha le possibilità.

Più di 100 i Panettoni Sospesi di Como donati in una settimana

“Stiamo parlando di panettoni artigianali che richiedono attenzioni particolari, prodotti di qualità” sottolinea Franco Brenna, Legale Rappresentante della Delegazione Lariana dell’Accademia Italiana della Cucina, che ha promosso l’iniziativa.

Francesco Agostoni, presidente dell’Associazione Panificatori e Pasticceri della Provincia di Como di Confcommercio spiega “la lievitazione presuppone una buonissima conoscenza dei prodotti, del processo di lavorazione e soprattutto pazienza e tempo, la scelta degli ingredienti gioca un ruolo fondamentale”. Quindi dietro ad ogni panettone si nasconde oltre alla solidarietà, anche un grande lavoro “umano” in termini di impegno ed energia.

La cosa ancora più bella di questa iniziativa è che ha permesso di conoscere il grande cuore dei comaschi, ma anche di scoprire la collaborazione tra i pasticceri. “Tra di noi non c’è stata rivalità – spiega Paolo Verga della Pasticceria Fuin – ma solo il desiderio di fare, tutti uniti, del bene per il prossimo”.

“Nonostante le difficoltà economiche le pasticcerie hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa e si sono subito messe a collaborare – spiega molto soddisfatto il Direttore di Confcommercio Como Graziano Monetti – più di cento panettoni raccolti in meno di una settimana, una grande catena di solidarietà che ha visto pasticceri e cittadini uniti in un unico obiettivo: allietare il Natale delle persone meno fortunate”.

Ricordiamo la caratteristica di questa iniziativa: il “panettone sospeso” non produce guadagno per nessuno perché a fronte di un secondo panettone acquistato volontariamente dal cliente da devolvere ai bisognosi, lo stesso produttore ne mette a disposizione un terzo, in modo che dal primo Panettone acquistato se ne consegnino due “Sospesi” ai bisognosi.

Siticibo, un programma della Fondazione Banco Alimentare Onlus, procederà in questi giorni con il ritiro e la consegna diretta dei panettoni alle strutture caritative che aiutano le persone in stato di bisogno. Già domenica scorsa hanno avuto modo di allietare la cena organizzata per i poveri di Casa Ozanam, ma tanti ancora saranno quest’anno i bisognosi che potranno assaporare un prodotto di vera qualità.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità