Cronaca
A Cantù

Pugno in faccia in piazza Garibaldi: è stato rintracciato l'aggressore

Si tratterebbe di uomo, di 20 anni, di nazionalità togolese, senza fissa dimora.

Pugno in faccia in piazza Garibaldi: è stato rintracciato l'aggressore
Cronaca Canturino, 24 Settembre 2022 ore 13:52

Identificato e rintracciato questa mattina, sabato 24 settembre 2022, dal Comando di Polizia Locale di Cantù, il presunto autore dell’aggressione avvenuta in piazza Garibaldi a Cantù, il 14 settembre scorso.

Pugno in faccia in piazza Garibaldi: è stato rintracciato l'aggressore

Si tratterebbe di uomo, di 20 anni, di nazionalità togolese, senza fissa dimora. L’aggressione era avvenuta per futili motivi, nella tarda mattinata, nel centro cittadino ai danni di un sessantenne, residente a Cantù, trasportato al pronto soccorso cittadino a causa delle lesioni riportate. Sul posto era intervenuto tempestivamente un agente di Polizia locale in borghese per bloccare l’aggressore. L’agente ha chiesto le generalità del soggetto, il quale si dava alla fuga minacciando ed opponendo resistenza all’operante. La centrale operativa del Comando ha così inviato, in emergenza, tutti gli equipaggi nel centro cittadino per le ricerche dell’uomo, che hanno dato esito negativo. Grazie agli elementi raccolti dall’agente intervenuto e alle indagini esperite, è stato identificato il presunto autore del reato, di fatto irreperibile in quanto senza fissa dimora. Le indagini sono proseguite sino all’effettivo rintraccio del soggetto, avvenuto oggi sul territorio cittadino. L’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per lesioni personali, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto d'indicazioni sulla propria identità personale.

L’assessore alla Legalità e Sicurezza Maurizio Cattaneo ha così commentato:

“L’ennesima dimostrazione della prontezza di riflessi della nostra Polizia Locale che è intervenuta in forze negli immediati istanti dell’aggressione e che a seguito di una meticolosa indagine ha potuto deferire il responsabile all’Autorità Giudiziaria. I miei più sentiti ringraziamenti vanno all’agente che è intervenuto, non senza rischi anche per la propria incolumità, e a tutto il Corpo della Polizia Locale di Cantù, efficacemente diretto dal Comandante Roberto Carbone, e che ogni giorno dimostra di essere un’eccellenza del nostro territorio”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie