Cronaca
i controlli

Tre lavoratori (uno in nero) senza dispositivi di sicurezza a installare le luminarie in centro a Como

Attività sospesa per l'azienda di Milano che stava facendo i lavori per conto di Palazzo Cernezzi.

Tre lavoratori (uno in nero) senza dispositivi di sicurezza a installare le luminarie in centro a Como
Cronaca Como città, 07 Dicembre 2021 ore 13:26

Tre lavoratori, uno dei quali in nero, intenti a montare luminarie a oltre 4 metri di altezza, in via Natta 8 a Como, sprovvisti di idonee attrezzature per evitare possibili cadute dall’alto. Attività sospesa per l'azienda di Milano che stava facendo i lavori per conto del Comune.

Tre lavoratori (uno in nero) senza dispositivi di sicurezza a installare le luminarie in centro a Como

Questa la scena di fronte alla quale si sono trovati gli ispettori ed i Carabinieri in forza all’Ispettorato Territoriale del Lavoro ( I.T.L.) e al Comando Provinciale dell’Arma di Como, nella mattinata di domenica 5 dicembre.  E’ scattata così l’immediata sospensione dell’attività imprenditoriale per gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro e per l’impiego di oltre il 10% di personale irregolare; questo in applicazione al decreto legge 146, in vigore dallo scorso 22 ottobre.

Ma non è tutto, dato che il titolare della ditta impiantistica di Milano, a cui sono riconducibili i tre lavoratori, dovrà rispondere di numerose violazioni di carattere penale per avere fatto eseguire in quota lavori in assenza di condizioni di sicurezza, idonee misure di protezione, piano operativo di sicurezza oltre ad adeguata informazione, formazione, addestramento, visite mediche nei confronti del lavoratore irregolare.

Ulteriori accertamenti hanno consentito di risalire alla figura del committente ovvero di coloro che hanno commissionato l’esecuzione dei lavori: si tratta del Comune di Como. A tale scopo nelle mattinata di lunedì 6 dicembre i carabinieri si sono recati presso il Palazzo Cernezzi  allo scopo di individuare concretamente il dirigente che ha commissionato i lavori senza verificare l’idoneità tecnico professionale dell’impresa che ha effettuato i lavori.

Seguici sui nostri canali
Necrologie