l'analisi del fenomeno

Usura a Como, l’appello delle Fiamme Gialle: “Denunciate”. Il Procuratore: “Serve un osservatorio sul territorio”

Troppo poche le denunce delle vittime che spesso tendono a minimizzare per tutelare l'unico canale di finanziamento rimasto.

Usura a Como, l’appello delle Fiamme Gialle: “Denunciate”. Il Procuratore: “Serve un osservatorio sul territorio”
Como città, 09 Novembre 2020 ore 12:11

Immenso il lavoro della Guardia di Finanza e della Procura di Como relativo all’indagine che ha portato all’arresto di tre comaschi per usura nei confronti di imprenditori e professionisti in difficoltà: analisi documentale, appostamenti, intercettazioni. Ciò che troppo spesso manca però sono le denunce delle vittime.

Usura a Como, l’appello delle Fiamme Gialle: “Denunciate”

“Si tratta di un’inchiesta significativa soprattutto in questo periodo storico di crisi, seppur i reati risalgano anche a ben prima della pandemia – ha spiegato in conferenza stampa il Procuratore della Repubblica di Como Nicola Piacente – Purtroppo infatti per questo tipo di reati riceviamo pochissime denunce, c’è scarsissima propensione da parte delle vittime a denunciare”.

Usura a Como, tre arresti: tassi fino al 600% e immobili ipotecati per almeno 10 vittime

A spiegare meglio i motivi di questa reticenza delle vittime è il Sostituto Procuratore Pasquale Addesso che ha coordinato le indagini. “Quello dell’usura è un canale di finanziamento alternativo a quelli leciti a cui si rivolgono imprenditori e professionisti impossibilitati ad accedere al finanziamento lecito, spesso legati a vicende di bancarotta – spiega il Sostituto Procuratore – Si trovano in stato di bisogno che viene sfruttato dagli usurai per appropriarsi nel tempo del patrimonio immobiliare delle vittime. L’omessa denuncia è legata alla paura di perdere quell’unico canale di finanziamento ma voglio ricordarlo: alla fine il patrimonio della vittima andrà all’usuraio, è solo una questione di procrastinare nel tempo l’inevitabile”.

Per questo motivo durante la conferenza stampa sull’indagine, il comandante provinciale delle Fiamme Gialle Giuseppe Coppola ha fatto un appello: “Il momento è delicato e i riflessi sul tessuto economico potrebbero essere devastanti. Il timore che usurai e criminalità organizzata si facciano avanti è altissimo. Il nostro invito è a denunciare, le nostre sedi sono sempre aperte”.

Così il Procuratore Piacente conclude: “Serve un osservatorio coordinato sul territorio che includa Prefettura, banche e associazioni di categoria con l’obiettivo di monitorare le situazioni di difficoltà”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia