Cronaca
l'analisi

Violenza sulle donne, un anno di Codice Rosso: a Como 105 denunce per maltrattamenti in famiglia I DATI

Sono state 29 le violenze sessuali denunciate durante l'anno.

Violenza sulle donne, un anno di Codice Rosso: a Como 105 denunce per maltrattamenti in famiglia I DATI
Cronaca Como città, 25 Novembre 2020 ore 10:50

E' passato poco più di un anno dall'entrata in vigore, il 9 agosto 2019, del cosiddetto Codice Rosso, legge 19 luglio 2019, n.69, che ha introdotto nuovi reati e ha perfezionato i meccanismi di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Così in occasione della Giornata internazionale contro la Violenza sulle Donne, la Polizia di Stato fa un primo bilancio della situazione.

Violenza sulle donne: i dati della provincia di Como

In provincia di Como, nell’anno in corso, sono state 58 le denunce presentate per il reato di atti persecutori a fronte delle 86 dell’anno precedente; 105 quelle per maltrattamenti in famiglia a dispetto delle 129 del 2019 e 29 le violenze sessuali denunciate contro le 47 dell’anno precedente. Un trend questo in linea con la generale diminuzione dei reati nella provincia.

Quanto ai provvedimenti amministrativi in materia di violenza di genere, nel periodo 1° gennaio-19 novembre 2020, il Questore di Como ha emanato 22 ammonimenti per stalking e 2 per violenza domestica mentre, dal gennaio di quest’anno, sono stati eseguiti 3 divieti di avvicinamento.

Le iniziative

La raccolta e il monitoraggio dei dati, indispensabili per tracciare le strategie di prevenzione e contrasto, richiede evidentemente un ampio ricorso alla tecnologia e proprio a tal riguardo è in fase di ultima sperimentazione un app, chiamata Scudo, di cui saranno dotate tutte le forze di polizia e che consentirà di possedere tutte le informazioni utili sui precedenti interventi effettuati presso il medesimo indirizzo (presenza di minori o di soggetti  con malattie psichiatriche o dipendenti da droghe o alcol, disponibilità di armi, lesioni personali subite in passato dalla vittima) e di calibrare così nel modo migliore l’operatività.

Violenza sulle Donne, nel lockdown aumentate del 119% le chiamate di aiuto. Per il 25 mostra virtuale e monumenti illuminati a Como

La campagna permanente di prevenzione “Questo non è amore”, finalizzata a fornire informazioni alle donne in situazione di rischio, è giunta alla quarta edizione.

Infine, dallo scorso lockdown la app YouPol, scaricata negli anni da tantissimi cittadini sui propri smartphone, è stata estesa alle segnalazioni di violenza domestica. Ideata per contrastare bullismo e spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole, l’app è caratterizzata dalla possibilità di trasmettere in tempo reale messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato. Le segnalazioni sono automaticamente geo-referenziate, ma è possibile per l’utente modificare il luogo dove sono avvenuti i fatti. E’ inoltre possibile dall’app chiamare direttamente il 113. Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla Sala Operativa della Questura. Per chi non vuole registrarsi fornendo i propri dati, è prevista la possibilità di segnalare in forma anonima.

25 novembre, lotta alla violenza sulle donne: tre video del Comune di Como con intense testimonianze

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne la Questura di Como, colorandosi di arancione, ha aderito all’iniziativa promossa da Soroptimist Club di Como che sostiene la campagna “Orange the World” promossa da UN Women, ente delle Nazioni Unite, impegnato nella lotta contro qualsiasi discriminazione e violenza nei confronti delle donne e ad un incontro virtuale con l’Istituto Scolastico ISS “Jean Monnet” di Mariano Comense (CO) per affrontare insieme ai rappresentanti di Telefono Donna  e del Centro Antiviolenza del Comune di Como un tema cosi delicato.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: richieste d’aiuto quasi raddoppiate durante il lockdown

Necrologie