la manifestazione

Nuova edizione di Qui c’è campo: Cernobbio riscopre la natura con tanti eventi

Appuntamenti da non perdere il 20, 21 e 22 settembre.

Nuova edizione di Qui c’è campo: Cernobbio riscopre la natura con tanti eventi
Lago, 19 Settembre 2020 ore 14:19

Terzo appuntamento di Qui c’è campo, il progetto nato per rendere Cernobbio il centro di riferimento di un’agricoltura moderna che stimoli la nascita e lo sviluppo di nuove attività e la creazione di una filiera agricola. Filiera che tenga conto delle peculiarità del territorio e della tradizione storica, in un’ottica però di attualità e innovazione e con un occhio rivolto al turismo.

Qui c’è campo: programma ricchissimo domenica 20 settembre

Domenica 20 settembre,per tutta la giornata, in Riva (piazza Risorgimento) si svolgerà il Mercato di Campagna Amica-Coldiretti Como e Lecco, con prodotti biologici e produttori lombardi.

Alle 10 il Sindaco Matteo Monti per il Comune di Cernobbio donerà al Giardino della Valle una meridiana creata dalla artista Erika Trojer con il supporto tecnico di Cesare Baj e dedicata a Nonna Pupa (Ida Lonati Frati), recentemente scomparsa, per ricordarla quale artefice e anima del progetto “Il Giardino della Valle”.

Alle 11.30 in località l’Oliera si terrà “La Cultura dell’Orticoltura sociale: coltivare a Cernobbio un orto sostenibile e solidale”, con l’inaugurazione degli orti urbani, in collaborazione con le associazioni del Tavolo del verde di Cernobbio.

Nel pomeriggio, alle 15 nel giardino di Villa Bernasconi ci sarà la presentazione, a cura di Orticolario, del volume “Emilio Trabella. L’uomo che sussurra alle piante”(Ed. Società Cooperativa Editoriale Lariana), il libro nel quale il giornalista e scrittore Marco Guggiari rievoca la figura del grande paesaggista e botanico comasco (1948-2019).

A seguire, un ricordo e un omaggio a Luisella Monti, mancata lo scorso luglio.Luisella è stata per lungo tempo la stimata vicepresidente della Società Ortofloricola Comense, storica associazione di Cernobbio di lunga tradizione e competenza, nata dalla prima Scuola per giardinieri che aveva sede in Villa Olmo nei primi anni del ’900. Per ricordarla dunque, il Museo di Villa Bernasconi esporrà permanentemente un prezioso acquerello botanico realizzato dall’artista Silvana Rava e dedicato a Luisella.

La giornata si concluderà alle 17 in Villa, nella sala da pranzo, a cura di Lake Como International Music Festival, con il concerto Promenade Florian Koltun & Xin Wang (pianoforte a 4 mani). Il concerto è a pagamento (posti limitati solo su prenotazione lakecomofestival.com, biglietto 8 euro).

Appuntamenti anche lunedì 21 e martedì 22

Alle 16 in Villa Bernasconi prenderà il via il nuovo laboratorio “Dipingimi su seta”, atelier di pittura a cura di Rosanna Pressato e ispirato ai decori floreali in stile Art Nouveau della villa e alla mostra “Fiori Narrati” (8 incontri, info e prenotazioni ros.pressato@gmail.com 338-7480237, partecipazione a pagamento).

Alle 21, in sala da pranzo, si svolgerà un recital musicale sul tema dei fiori – che rientra nella rassegna “La Grande Musica a Cernobbio” – ideato appositamente per la manifestazione dalla Fondazione La Società dei Concerti come omaggio a Cernobbio Città fiorita.

Il Recital sui fiori avrà protagonista Ivanna Speranza, soprano argentino versatile e intelligente che inanellerà, con la complicità della pianista Enrica Ciccarelli, un programma di romanze da camera. Oltre all’amato Tosti e a due rarità di Giovanni Battista Viotti, Ivanna proporrà brani di Cecile Chaminade, compositrice francese che Bizet definì “il mio piccolo Mozart” e Pauline Viardot, grande mezzo soprano di origine spagnola, sorella di Maria Malibran, amica di Chopin con cui collaborò a lungo e del quale trascrisse alcune mazurche per voce e pianoforte (posti limitati, solo su prenotazione soconcerti.it, biglietto 10 euro).

 Martedì 22 settembre, sempre in Villa Bernasconi, alle 16 e fino alle 18.30, si terrà “Storie di aromi. Dall’orto al profumo, la lunga avventura delle aromatiche”. Un laboratorio per adulti a cura di Antonella Fontana.

I temi trattati saranno: l’uso delle piante aromatiche come componenti dei profumi antichi in ambito mediterraneo. I miti legati a queste piante (Menta). Il Medioevo e la preparazione di profumi in territorio europeo (il mito del rosmarino). Le grandi pestilenze e gli aromi come medicamenti anticontagio, l’acqua della regina di Ungheria (con ricetta di preparazione, momento ludico di distensione), l’aceto dei quattro ladri. Ci sarà un collegamento online con Antonella Ziliani dell’azienda agricola Jenny Green che interverrà mostrando virtualmente il suo orto medievale e il suo laboratorio di distillazione mostrandoci dal vivo come vengono estratti gli oli essenziali (posti limitati solo su prenotazione www.comune.cernobbio.co.it, partecipazione gratuita).

LE PRENOTAZIONI A TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA:

SUL SITO www.comune.cernobbio.co.it

ALL’INFOPOINT  tel +39.347.8818532  infopoint@comune.cernobbio.co.it

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia