l'appello

SalviAmo il Cinema Astra: 75mila euro da raccogliere entro fine gennaio

La raccolta è tramite Fondazione Comasca: la futura gestione, se il progetto andrà in porto, sarà tra Astra 2000 e l'agenzia di distribuzione Pga.

SalviAmo il Cinema Astra: 75mila euro da raccogliere entro fine gennaio
Cultura Como città, 04 Dicembre 2020 ore 15:23

Sotto la buona stella della neve, questa mattina venerdì 4 dicembre 2020, all’interno del Cinema Astra è stata ufficialmente lanciata la campagna “SalviAmo il Cinema Astra!”, il progetto di riapertura e rilancio della storica sala cittadina chiusa dal giugno 2018. Durante l’incontro è stata presentata la raccolta fondi, promossa tramite la piattaforma on-line della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca, e il nuovo modello organizzativo pensato per proiettare il cinema, di proprietà della parrocchia di San Bartolomeo, verso un nuovo capitolo della sua lunga storia.

SalviAmo il Cinema Astra: 75mila euro da raccogliere entro fine gennaio

Si tratta di un progetto di gestione completamente nuovo rispetto al passato che scatterà solo se verrà raggiunto l’obiettivo della campagna di raccolta fondi: 75 mila euro. L’alternativa sarà vedere il cinema chiuso ancora a lungo o, forse, per sempre. Il primo passo per riaprire il cinema è realizzare il progetto di messa a norma approvato dai Vigili del Fuoco e che prevede: nuovo impianto elettrico; nuova moquette e tende; nuovo impianto antincendio; nuovo impianto di aerazione; nuove porte antipanico. I tempi di lavoro previsti sono di circa due mesi.

I costi stimati ammontano a 218.000 euro, ma non si parte da zero perché sono stati già recuperati due terzi dei fondi necessari. Ad aprile 2019 la Parrocchia ha ottenuto un finanziamento da Regione Lombardia per 78.000 euro. A dicembre 2019 Fondazione Comasca ha assegnato ad Astra 25.000 euro per la messa a norma. Il nuovo gestore garantirà una quota sui lavori di 40.000 euro. Ad oggi mancano ancora 75.000 da raccogliere tramite la raccolta fondi entro la fine di gennaio 2021.

In campo per la nuova gestione tre realtà: la parrocchia di San Bartolomeo, proprietaria dell’immobile, che ha concesso la gestione per i prossimi quattro anni a costo zero a Pga, una tra le più importanti case di distribuzione cinematografiche che realizzerà i lavori di messa a norma e, che garantirà la programmazione cinematografica dei week end con titoli di prima scelta, e a Astra 2000, una nuova cooperativa fondata da giovani che si occuperà della gestione del cinema, della programmazione del Cineforum, delle rassegne speciali e delle attività
culturali per scuole e associazioni. L’obiettivo è realizzare a Como una grande sala di Comunità.

Lettera aperta alla città

“Mezzo secolo di storia di cinema e di incontri culturali. Ricordi ed emozioni di tante generazioni hanno segnato la cultura locale e potranno continuare ad offrire alla città l’energia che le serve per affrontare il futuro. Per questo il cinema Astra non deve morire. Ci sono due mesi al massimo per deciderne il destino. Il progetto di rilancio è convincente perché: ha già ottenuto due terzi dei finanziamenti utili per la messa a norma; ha alle proprie spalle partner industriali affidabili; il progetto tecnico è solido, concreto e futuribile; proporrà un nuovo modo di intrattenere aprendo le porte a tutti per offrire occasioni di arte e cultura; coinvolgerà i giovani in una nuova attività di
impresa. Per queste ragioni serve che ora anche la città, ovvero tutti noi, facciamo la nostra parte per riappropriarci di un bene che ci appartiene da sempre: l’obiettivo è raccogliere 75.000 euro, meno di un euro a comasco. Noi siamo convinti e ci mettiamo la faccia.
Chiediamo anche a voi di fare lo stesso. Diversamente il cinema chiuderà per sempre e avremo così rinunciato ad un pezzo di futuro e di speranza.

Prosegue la raccolta fondi per il Cinema Astra, servono 70mila euro: arriva il patrocinio del Comune

Aderiscono all’appello: Mario Landriscina (sindaco di Como); Marco Galimberti (presidente Camera di Commercio di Como e
Lecco); Mauro Frangi (presidente di Confcooperative Insubria); Marco Mazzone (presidente CDO Como); Luca Levrini (presidente di Fondazione Volta); Fedora Sorrentino (direttrice del Teatro Sociale); Roberta di Febo (presidente Accademia Pasta); Davide Maranchelli (regista e attore); Roberto Simone (governatore del Distretto Lions “108 Ib1”); don Davide Milani (presidente nazionale Fondazione ente dello spettacolo); mons. Angelo Riva (direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Como); Nello Scavo (giornalista di Avvenire); Chiara Giaccardi (sociologa dei media); Roberta Marzorati (pediatra); “I giovani di Legàmi”, Greta Frigerio e Paolo Arighi (Settore giovani di Azione Cattolica e Acr); I gruppi scout Agesci Como 1, Como 3 e Como 45.

Come donare

DONA IL TUO CONTRIBUTO PER RIAPRIRE IL CINEMA

Vai su https://www.astracinema.it/ e dona. Il tuo contributo andrà direttamente sul fondo aperto da Fondazione della Comunità Comasca che farà da garante sulla trasparenza e l’uso del denaro. Nel caso non si riesca a raggiungere l’obiettivo prefissato di 75.000 euro i fondi
raccolti saranno destinati ad associazioni cittadine che si occupano di cultura. La scelta dei beneficiari sarà fatta dalla stessa Fondazione. In base alla cifra donata si potranno ricevere in omaggio locandine storiche, biglietti omaggio al momento della riapertura, sconti sull’abbonamento al prossimo Cineforum e perfino la sala cinematografica tutta per sé per una serata.

SE DONI CON IL CONTANTE TI ASPETTIAMO AL CINEMA

Ti aspettiamo al cinema Astra. La biglietteria sarà aperta i pomeriggi del martedì, giovedì e sabato dalle 15 alle 18.30. Se doni ti faremo un omaggio: potrai scegliere tra uno dei 1000 poster e locandine che in 50 anni di programmazione sono stati affissi fuori dal cinema per
pubblicizzare le pellicole proiettate.

SE DONI CON UN BONIFICO

Intestalo a Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus.
BANCA CREDITO COOPERATIVO DI LEZZENO – AGENZIA DI COMO
IBAN: IT73V0861851410000000008373

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità