per i più deboli

Cgil, Cisl e Uil aderiscono al Fondo di Solidarietà Famiglia Lavoro 2020

I referenti sindacali: "Si vuole, attraverso questo strumento, assicurare sostegno a chi è precario".

Cgil, Cisl e Uil aderiscono al Fondo di Solidarietà Famiglia Lavoro 2020
Economia Como città, 22 Giugno 2021 ore 13:20

Cgil, Cisl e Uil sostengono l’iniziativa diocesana per rispondere alla crisi economica e alla perdita di lavoro provocate da Covid 19. I sindacati Cgil, Cisl e Uil di Como hanno deciso di sostenere il Fondo di Solidarietà Famiglia Lavoro 2020, l’iniziativa di solidarietà nata dalla volontà della Diocesi di Como, e fatta propria da molte aggregazioni di laici, di accrescere l’impegno nella lotta alla povertà nel tempo della pandemia. Scopo del fondo è esprimere una vicinanza solidale, per il tempo necessario alla ripresa di una normale occupazione lavorativa, alle fasce più fragili e più colpite dalla crisi economica indotta dalla pandemia.

Cgil, Cisl e Uil aderiscono al Fondo di Solidarietà Famiglia Lavoro 2020

"Si vuole, attraverso questo strumento, assicurare sostegno a chi è precario/a, stagionale, persone prive di una professionalità spendibile, non contrattualizzate, con una storia di immigrazione o di fragilità personale. A chi aveva un lavoretto e l’ha perso, a chi accudiva un anziano e ora non può più continuare - spiegano i rappresentanti sindacali Elisa Di Marco (Cisl dei Laghi), Matteo Mandressi (Cgil Como) e Salvatore Monteduro (Uil del Lario) - Uomini e donne che nel momento della difficoltà sono stati espulsi dai processi produttivi e costretti alla marginalità, mettendo a nudo meccanismi di protezione sociale del tutto insufficienti.

"Da parte sindacale la comprensione dell’importanza di avere sul territorio forme di condivisione delle problematiche sociali - che si aggiungono a quelle gestite nei luoghi di lavoro e nel territorio attraverso l’azione contrattuale, politica e assistenziale - ha portato alla collaborazione con le organizzazioni che hanno promosso il Fondo: la Pastorale del Lavoro, la Caritas, la Compagnia delle Opere, le Acli e la Consulta delle Aggregazioni Laicali" continuano i referenti sindacali.

"A questo proposito Cgil, Cisl e Uil contribuiranno nel diffondere, tra i loro contatti, l’importanza di sostegno al Fondo, anche attraverso lo strumento “Dona ora” che consente piccole donazioni in pochi minuti. La rete del Fondo sarà d’altra parte connessa con i servizi delle confederazioni sindacali per aiutare le persone in particolare difficoltà che si presenteranno ai loro sportelli - concludono - Una sfida, quella della lotta alle diseguaglianze e per assicurare la vicinanza della comunità ai lavoratori più esposti alla crisi, che si può vincere solo con l’alleanza tra tutte le realtà del territorio".

Necrologie