Politica
Il commento

Elezioni 2022, Currò (M5S): "Bene il risultato nazionale. Qui sapevamo di far fatica. Ci aspettano 5 anni di opposizione e noi la sappiamo fare"

"La mia presenza col MoVimento sarà più forte di prima perché finalmente avrò più tempo da dedicare al territorio e non all'attività istituzionale che mi aveva assorbito".

Elezioni 2022, Currò (M5S): "Bene il risultato nazionale. Qui sapevamo di far fatica. Ci aspettano 5 anni di opposizione e noi la sappiamo fare"
Politica Como città, 27 Settembre 2022 ore 12:35

Anche per Giovanni Currò, candidato per il MoVimento 5 Stelle, queste elezioni politiche 2022 hanno un sapore agrodolce, invertito però rispetto a Nicola Molteni della Lega e a Chiara Braga del PD. Currò, infatti, non è stato rieletto alla Camera dei Deputati, ma dall'altro lato si è detto soddisfatto del risultato del movimento a livello nazionale: un 15% che proietta il M5S al terzo posto dietro Fratelli d'Italia e Partito Democratico.

Elezioni 2022, Currò (M5S): "Bene il risultato nazionale. Qui sapevamo di far fatica. Ci aspettano 5 anni di opposizione e noi la sappiamo fare"

"Il risultato del Movimento 5 Stelle nel nazionale è stato sicuramente positivo, ci davano praticamente per morti con percentuali sotto il 10. Sapevamo che nel nostro territorio avremmo fatto ancora più fatica e infatti siamo arrivati al 5,9%. Per la legge elettorale è scattato il collegio di Varese per la nostra circoscrizione, un eletto il M5S lo ha comunque e quindi difficilmente si libereranno di noi", ha esordito Currò, vice presidente della Commissione Finanze, commentando l'andamento sul territorio comasco.

Un risultato un po' deludente, ma in fin dei conti prevedibile quello locale. Al contrario, rispetto alle previsioni, il MoVimento ha raggiunto il 15%.

"Il risultato nazionale è stato molto positivo, gli elettori hanno premiato il MoVimento come terzo partito nazionale e non è facile per una forza che ha governato, e che lo ha fatto in periodi di estrema difficoltà che l'hanno costretta a guidare il Paese un po' con tutti. Dal punto di vista dell'opinione pubblica poteva essere visto negativamente e invece non è stato così. Altre forze politiche che hanno governato sono scomparse, come la Lega. L'elettorato ha premiato chi ha fatto opposizione in questi anni e quindi ha voglia di provare a cambiare nuovamente. Ci aspettano 5 anni di opposizione, che noi sappiamo fare molto bene, si è visto con il PD, ma questi prossimi 5 anni di opposizione con il centrodestra ci verranno ancora più facili".

Infine, la mancata rielezione per Currò vuol dire ritorno alla sua professione, che non ha mai smesso di praticare, il commercialista. Ma il suo impegno politico non finisce qui, come da lui dichiarato: "La mia professione è viva e vegeta, allargherò il mio studio da commercialista anche a Roma per non disperdere le competenze e i contatti acquisiti in questi anni da vicepresidente della Commissione Finanze. Per quanto riguarda l'attivismo e la mia presenza col MoVimento sarà più forte di prima perché finalmente avrò più tempo da dedicare al territorio e non all'attività istituzionale che mi aveva assorbito tutto il tempo possibile e quindi le battaglie saranno più presenti di prima. Continuerò a tenere vivi i miei canali e a sensibilizzare la cittadinanza sulla sburocratizzazione, su un fisco più semplice e sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione che sono stati la mia battaglia e che con il governo di centrodestra lo diventeranno ancora di più".

Seguici sui nostri canali
Necrologie