Politica
Terzo Polo

Elezioni Lombardia 2023, Letizia Moratti a Cantù con l'ex sindaco Bizzozero VIDEO

La candidata ha ricevuto sollecitazioni in tema di formazione, sicurezza sulle strade, lavoro, ruolo della Lombardia a livello nazionale e internazionale

Elezioni Lombardia 2023, Letizia Moratti a Cantù con l'ex sindaco Bizzozero VIDEO
Politica Canturino, 16 Dicembre 2022 ore 11:26

Nel tardo pomeriggio di giovedì, 15 dicembre 2022, Letizia Moratti, candidata alla presidenza di Regione Lombardia alle prossime elezioni del 12 febbraio 2023 per il Terzo Polo, ha fatto visita prima a Como e poi a Cantù per incontrare i rappresentanti del territorio. Organizzatore dell'incontro il Movimento Autonomista Lombardo e il suo coordinatore provinciale, nonché ex sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero.

Elezioni Lombardia 2023, Letizia Moratti a Cantù

La giornata nel comasco della candidata alla presidenza di Regione Lombardia è iniziata alle 17 a Como, al ristorante Gesumin per poi proseguire alle 19 con l'incontro a Cantù al ristorante La Scaletta. Un appuntamento conviviale di fronte a un calice di vino, salumi e formaggi in cui i canturini presenti hanno ascoltato Moratti, ma soprattutto la candidata ha avuto modo di raccogliere le sollecitazioni della città del mobile.

moratti a cantù
Foto 1 di 3
moratti a cantù
Foto 2 di 3
moratti a cantù
Foto 3 di 3

Presenti imprenditori, sportivi, rappresentanti del mondo culturale cittadino. Si è parlato di formazione e di necessità di rendere più appetibile il distretto brianzolo del mobile che soffre la mancanza di manodopera specializzata, ma anche di centralità della Lombardia che deve tornare a fare da traino delle altre Regioni nei confronti del Governo nazionale e delle istituzioni internazionali. Dal mondo dello sport invece è stata chiesta maggiore sicurezza sulle strade per i ciclisti.

"Servono percorsi personalizzati per i ragazzi, non burocrazia e rigidità - ha risposto Moratti sul tema della formazione e del lavoro - C'è un grave problema, che sono i ragazzi che non studiano e non lavorano perché il sistema scolastico non li orienta in modo corretto. Servono scuole professionali, che non significa di minor valore dei licei, che facciano emergere i loro talenti, oltre che raccontare il distretto e la sua bellezza affinché i ragazzi restino qui a lavorare".

La videointervista 

Tutti i dettagli sul Giornale di Cantù da sabato 17 dicembre 2022 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui  

Seguici sui nostri canali
Necrologie