Elettrificazione della ferrovia Como – Lecco

“Il consigliere Erba si impegni a recuperare i 78milioni promessi e mai arrivati”

Il sottosegretario con delega ai rapporti col consiglio regionale, Fabrizio Turba risponde per le rime all’esponente grillino: "Sbaglia indirizzo non è la Regione, ma lo Stato deputato all’ammodernamento dell’opera”

“Il consigliere Erba si impegni a recuperare i 78milioni promessi e mai arrivati”
Como città, 11 Ottobre 2020 ore 12:59

 

 

Su l’elettrificazione della linea ferroviaria Como- Lecco il sottosegretario Fabrizio Turba replica al consigliere di minoranza: “Erba incapacità e supponenza, si impegni a recuperare i 78milioni statali promessi a mai arrivati”

 

Turba: “Erba si impegni a recuperare i fondi statali promessi”

Fabrizio Turba, sottosegretario con delega ai rapporti con il consiglio comunale dichiara:

“Il consigliere di minoranza Raffaele Erba chiede collaborazione dalla Regione per nascondere il suo totale fallimento e le sue promesse non mantenute; l’unica cosa che deve fare è impegnarsi per ottenere il finanziamento statale promesso e più volte annunciato in pompa magna ma mai arrivato; risorse che devono essere recuperate dal piano di investimenti di Ferrovie dello Stato capiente per un valore di 1,4 miliardi di euro. Erba l’11 settembre aveva pubblicamente dichiarato che il ‘suo’ Governo investiva 78 milioni di euro per l’elettrificazione della linea ferroviaria Como-Lecco, risorse che sarebbero state, secondo Erba, inserite nel contratto di programma tra Rfi e Ministero dei Trasporti, ma è stato sbugiardato clamorosamente dai fatti perché di quei milioni promessi purtroppo non arriverà nemmeno un centesimo: l’ennesimo fallimento di Erba, che per il territorio comasco continua a non fare nulla e di tutto il Governo che si dimentica costantemente della nostra provincia”.

“Non è la Regione, ma lo Stato che deve finanziare l’opera”

Nell’affondo finale Turba:

“Ma il consigliere grillino riesce a fare ancora di peggio, incolpando il sottoscritto e Regione Lombardia per il mancato finanziamento affermando che spetterebbe alla Regione all’ammodernamento dell’opera. Evidentemente continua a sbagliare indirizzo. Forse non sa che la Como-Lecco è una linea ferroviaria dello Stato, della società statale Rfi che fa riferimento al Governo, non certo di Regione Lombardia. Forse non sa che Regione Lombardia ha più volte chiesto a Rfi di inserire l’elettrificazione nel contratto di programma tra Rfi e Ministero dei Trasporti, formalizzando la richiesta in ogni sede utile compreso il tavolo di ascolto tra le Regioni e la società statale che gestisce la rete. Ad oggi questo intervento non è incluso nel contratto di programma. Erba anche con le sue ultime dichiarazioni dimostra di aver clamorosamente preso in giro i comaschi, fatto che verrà ulteriormente confermato quando il ministro competente risponderà alla giusta interrogazione dell’onorevole Nicola Molteni”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia