politica

Parcheggio Sant’Anna, Orsenigo (Pd): “I grandi sfavoriti restano i cittadini, lavoriamo insieme per dare risposte”

Il consigliere regionale ricorda il "no" ricevuto alla sua mozione in Regione.

Parcheggio Sant’Anna, Orsenigo (Pd): “I grandi sfavoriti restano i cittadini, lavoriamo insieme per dare risposte”
Como città, 12 Giugno 2020 ore 16:17

Nella serata di ieri, 11 giugno 2020, il consiglio provinciale ha approvato una mozione che chiede la rivalutazione dell’Accordo di Programma del 2003 che sancì lo spostamento dell’ospedale Sant’Anna da Como a San Fermo. Un risultato importante per Angelo Orsenigo, consigliere regionale Pd, che ricorda che pochi mesi fa il consiglio regionale bocciò la sua stessa proposta.

Parcheggio Sant’Anna, Orsenigo (Pd) ricorda il “no” della Regione

“In Consiglio Provinciale si è discusso sulla possibilità di avviare una revisione all’accordo di programma sulla complicata faccenda del parcheggio dell’ospedale S.Anna di S.Fermo – spiega Orsenigo – Una questione che da anni evidenzia una disparità tra le parti in causa e che privilegia il Comune di S.Fermo a cui vanno tutti gli incassi derivate dalle soste di pazienti e dipendenti. Il territorio di S.Fermo della Battaglia ha inoltre avuto una serie di benefici a discapito di tutte le altre parti, tra cui Como e Montano Lucino”.

“I grandi sfavoriti però sono tutti i cittadini che per recarsi in ospedale devono versare delle cifre tutt’altro che irrisorie – prosegue il consigliere regionale – Questa è una battaglia che il Partito Democratico ha sempre combattuto, ma che è stata purtroppo completamente ignorata dalle passate amministrazioni sia locali, sia regionali. L’accordo che porta la firma dell’ex sindaco di Como Stefano Bruni e dell’ex presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, è una vera propria beffa ai malati e ai loro familiari”.

“Da quasi due anni chiedo a Regione Lombardia di rivedere questo accordo, la risposta di Lega e Forza Italia è sempre stata negativa: come dimenticare che l’ultimo “no” è arrivato tramite le parole di Fabrizio Turba in Consiglio Regionale pochi mesi fa. La motivazione è stata quella di non volersi inimicare il sindaco di San Fermo – conclude l’ex sindaco di Figino – In Provincia questa sera si è riusciti ad andare oltre e mi sento di rinnovare ancora una volta l’invito alla politica a unirsi per il bene del territorio. Lavoriamo tutti insieme per dare le risposte che i cittadini, che i malati meritano. E’ da queste attenzioni che si deve partire per riportare a Como una sanità a misura del territorio, una sanità che sia attenta a tutti e non solo per pochi”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei