Cronaca
la situazione

I Nas a Villa San Benedetto, la Rsa: "Non hanno riscontrato violazioni". Sono 14 i decessi per Covid

Ancora 33 operatori sanitari positivi al virus dovranno restare a casa. Nel frattempo si pianifica la sanificazione della struttura.

I Nas a Villa San Benedetto, la Rsa: "Non hanno riscontrato violazioni". Sono 14 i decessi per Covid
Cronaca Erba, 21 Aprile 2020 ore 16:50

IN queste settimane la Rsa di Albese con Cassano, Villa San Benedetto Menni, è stata certamente la situazione più preoccupante sul territorio comasco. I tamponi positivi tra gli ospiti infatti hanno raggiunto il totale di 118.

Sono 14 i decessi per Covid

A fare il punto della situazione è sono ivertici della struttura, suor Agata Villadoro e il direttore generale Mario Sesana.

"14 decessi possono essere attribuiti con certezza a Covid-19, per 7 non è stato possibile ricondurli direttamente al virus, mentre per 6 ci si può esprimere con certezza rispetto all’assenza di legami con coronavirus. Certamente la scomparsa degli ospiti è dolorosa per tutti noi e non ci sono parole per descrivere la sofferenza dei loro familiari che non hanno potuto porgere loro nemmeno l’ultimo saluto".

La visita dei Nas

Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi. Dopo il caso del Pio Albergo Trivulzio di Milano, i Nas hanno effettuato sopralluoghi in diverse strutture per anziani, anche nel territorio comasco.

"Ci riteniamo soddisfatti dell’esito dell’ispezione a cura dei NAS CC di Milano avvenuta il 19 aprile, come misura di verifica della gestione della situazione nelle RSA del territorio - spiegano i vertici di Villa San Benedetto Menni - Le autorità, a seguito di una verifica durata tre ore, non hanno riscontrato alcuna difformità né alcuna violazione di norme. Hanno inoltre avuto l’accesso a tutta la documentazione richiesta e hanno constatato la positiva gestione dell’emergenza sanitaria, secondo le disposizioni previste".

E aggiungono: "Da sottolineare altresì che la struttura, risolte le difficoltà di approvvigionamento iniziali, ha adottato misure di utilizzo di DPI più restrittive di quelle richieste dai protocolli ISS, garantendo a tutto il personale in servizio l’uso quotidiano di mascherine FFP2 in luogo di quelle chirurgiche al fine di ridurre ulteriormente il rischio di diffusione del contagio del personale da parte degli ospiti positivi".

La Fase 2 per la struttura di Albese con Cassano

"Si sono pianificati già dalla prossima settimana interventi di sanificazione su vasta scala che andranno ad interessare inizialmente questi reparti per poi estendersi al resto della struttura - spiega la nota di Villa San Benedetto Menni - Parimenti si stanno pianificando su ospiti positivi clinicamente guariti ulteriori tamponi a conferma della negativizzazione. Ciò consentirà di ripristinare reparti liberi dal contagio con la ripresa della vita sociale, di relazione e delle attività, garantendo sempre le norme di contenimento della diffusione del virus".

Proseguono inoltre i tamponi per il personale in servizio ma soprattutto per quello che deve rientrare dalla malattia.

"Alla data odierna, possiamo comunicare che sono rientrati in servizio 10 operatori dopo la conferma dell’esito negativo del doppio tampone. Sono stati effettuati 55 tamponi sui collaboratori di rientro da malattia ovvero paucisintomatici, di cui 33 con esito positivo e 22 con esito negativo. Permangono in servizio 149 operatori che garantiscono buoni livelli di cura e assistenza agli Ospiti".

Necrologie