Cronaca
stretta sulle irregolarità

Morti sul lavoro, più controlli nel Comasco: due cantieri bloccati per lavoratori non in regola

Dopo i tragici episodi delle scorse settimane il prefetto di Como ha spinto per incentivare i controlli sui posti di lavoro.

Morti sul lavoro, più controlli nel Comasco: due cantieri bloccati per lavoratori non in regola
Cronaca Como città, 15 Ottobre 2022 ore 15:26

Morti sul lavoro, più controlli nel Comasco: due cantieri bloccati per lavoratori non in regola a San Fermo e Villa Guardia.

Morti sul lavoro, più controlli nel Comasco: due cantieri bloccati per lavoratori non in regola

Dopo tre tragiche morti sul posto di lavoro nel giro di poche settimane - due giovani stranieri in un cantiere di Moltrasio e un 40enne in uno di Colverde - il prefetto di Como Andrea Polichetti aveva promesso ancora più controlli. Nel giro di pochi giorni aveva riunito il Coordinamento delle Forze di Polizia e insieme ai lavoro rappresentanti c'era stata unanime volontà di incentivare gli sforzi per conseguire il massimo risultato sul terreno della prevenzione contro il ripetersi del fenomeno anche attraverso la programmazione di controlli interforze presso i cantieri attivi in provincia.

Aveva promesso controlli e un lavoro a lungo termine sulla prevenzione, anche durante l'assemblea dei costruttori comaschi, e i primi risultati sono arrivati. Nella giornata di giovedì, 13 ottobre 2022, la Questura di Como ha coordinato approfondite verifiche presso due cantieri a San Fermo della Battaglia e Villa Guardia da parte della Polizia di Stato, attraverso gli operatori della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, di Carabinieri, Guardia di Finanza, ATS Insubria e Ispettorato del Lavoro.

Nel corso degli accertamenti, sono stati individuati tre lavoratori non in regola sotto il profilo contrattuale ed è stata disposta la sospensione dell’attività dei cantieri fino alla regolarizzazione dell’attività dei dipendenti. All’esito degli ulteriori approfondimenti ancora in corso verranno adottate pesanti sanzioni ed informata l’Autorità Giudiziaria per i profili di rilevanza penale.

Le azioni coordinate di controllo proseguiranno per la prossima settimana nel territorio dell’intera provincia.

Seguici sui nostri canali
Necrologie