traffico in tilt

Ponte Chiasso, con la neve caos per i tir. La rabbia dei residenti: “Abbandonati, noi in strada ad aiutare i camionisti”

La Polizia Locale è arrivata a dirigere il traffico solo alle 17.30 passate, dopo un pomeriggio di fuoco per camionisti e residenti.

Cronaca Como città, 04 Dicembre 2020 ore 17:41

La prima neve sul Comasco ha mandato completamente in tilt città e provincia: nessuno ha pensato a spargere il sale ieri sera, malgrado fosse ampiamente annunciata la neve, né a mandare gli spazzaneve questa mattina presto. Dopo quasi un’intera giornata in cui i fiocchi sono caduti copiosamente il traffico è andato completamente in tilt con macchine e camion che bloccavano le strade.

Neve a Como, disagi sulle strade: quella mattinata di passione che nel 2020 proprio non ti aspetti FOTO

Ponte Chiasso, con la neve caos per i tir

E’ stato ed è ancora così anche a Ponte Chiasso, dove ad aggravare la situazione è il costante flusso di tir alla dogana. Anche se dalle 15 Autostrade per l’Italia segnala che “Chiasso Uscita Merci e’ chiusa al traffico provenendo da Como”.

“Già ieri sera è stato il caos – racconta una residente – perché, consci dell’arrivo della neve, per la paura di restare bloccati moltissimi camionisti si sono messi in fila alla dogana per riprendere il loro viaggio. Nessuno dall’amministrazione comunale però ha pensato a spargere il sale e questa giornata è stata il caos”.

I camion rimasti nel quartiere per partire questa mattina e quelli in arrivo sono rimasti bloccati, a decine. A causa delle strade piene di neve e ghiaccio non riescono più a muoversi.

“Noi residenti siamo andati in strada ad aiutarli a spalare la neve – prosegue la cittadina – Non é passato nessuno a risolvere la situazione: né la polizia locale né la Protezione Civile fino alle 17.30 quando finalmente si sono fatti vivi. E ovviamente non si è visto un solo spazzaneve per liberare la strada fino a tardo pomeriggio”.

Una situazione che potrebbe diventare potenzialmente esplosiva all’ora di rientro dei frontalieri.

Conclude: “I marciapiedi ovviamente sono pieni di neve e domani saranno ghiaccio e la gente, per evitare di cadere, sarà ancora una volta costretta a camminare per strada”.

Stephanie Barone

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità