Cronaca
sul lago

Il caso Lezzeno: 18 positivi in pochi giorni, il virus nella Rsa Villa Citterio

Il primo contagio il 26 marzo, poi la crescita in pochi giorni.

Il caso Lezzeno: 18 positivi in pochi giorni, il virus nella Rsa Villa Citterio
Cronaca Lago, 16 Aprile 2020 ore 10:42

Situazione difficile quella che sta affrontando il piccolo comune laghèe di Lezzeno dove i contagi in pochi giorni sono balzati a 18.

LEGGI ANCHE --> La situazione contagi nel Comasco al 16 aprile

Il caso Lezzeno

Il primo caso di Covid-19 in paese era stato comunicato dall'amministrazione lo scorso 26 marzo, quando nella maggior parte dei Comuni l'emergenza era già scoppiata. Poi in pochi giorni la situazione è cambiata notevolmente. Poi pochi giorni dopo un ospite della Rsa del paese è stato portato in ospedale a Como per sintomi compatibili con il virus.

Oggi purtroppo la situazione è molto cambiata: sono 18 i positivi in paese a fronte di una popolazione di soli 2mila abitanti. Sono 13 gli ospiti di Villa Citterio, la Rsa del paese, contagiati, di cui purtroppo un deceduto confermato positivi al Covid-19. Ci sono poi 3 residenti di Lezzeno, ma in strutture sanitarie da molto tempo dove hanno contratto il virus. Infine un residente è stato ricoverato in ospedale dopo il tampone positivo mentre un altro sta affrontando la malattia al domicilio.

Villa Citterio, data la situazione, si è mossa per lo screening completo dei propri ospiti. Il sindaco di Lezzeno Maurizio Boleso spiega: "La direzione della Rsa ci ha comunicato che con gli ultimi esiti si è concluso lo screening di tutti gli ospiti della struttura. I positivi al tampone sono tutti asintomatici e in buone condizioni di salute, sono stati posti in isolamento e ci auguriamo che, superato il periodo di quarantena, possano tornare alle loro abitudini e attività quotidiane".

Quello di Villa Citterio non è un caso isolato; il virus purtroppo è entrato in molte case di riposo comasche: Como, Albese con Cassano, Mariano Comense, Arosio, Canzo, Porlezza, Bellagio ma anche a Cermenate.

Necrologie