Sport
Serie A2

Cantù verso Treviglio. Coach Sacchetti: "Dobbiamo migliorare il nostro gioco. Non bisogna temere Treviglio, ma temerle tutte"

Lo scontro si preannuncia potenzialmente decisivo: in caso di vittoria permetterà a una delle due squadre di rimanere in scia della Vanoli Cremona. E coach Meo Sacchetti lo sa benissimo.

Sport Canturino, 21 Ottobre 2022 ore 12:52

Si è tenuta venerdì 20 ottobre 2022 la conferenza stampa di presentazione della sfida di domenica 23 tra Cantù e Treviglio al PalaFitLineDesio per la quarta giornata di campionato di Serie A2 del girone Verde. Queste le parole di coach Meo Sacchetti alla stampa.

Il video della conferenza

Cantù verso Treviglio. Coach Sacchetti: "Dobbiamo migliorare il nostro gioco. Non bisogna temere Treviglio, ma temerle tutte"

La palla a due spiccherà il volo alle 18 e a contendersela ci saranno l’Acqua San Bernardo Pallacanestro Cantù e Gruppo Mascio Treviglio. Entrambe le squadre al momento si trovano in seconda posizione a quattro punti, con la sola differenza che Cantù ha tre partite giocate, mentre Treviglio due con il 100% di vittorie.

Lo scontro si preannuncia potenzialmente decisivo: in caso di vittoria permetterà a una delle due squadre di rimanere in scia della Vanoli Cremona. E coach Meo Sacchetti lo sa benissimo.

"Noi non dobbiamo temere Treviglio, ma tutte le squadre – ha detto il coach – Abbiamo giocato a Cremona e Cremona ha dimostrato di essere più forte di noi. Siamo arrivati vicini e non ce l’abbiamo fatta. Però dobbiamo pensare a noi stessi. Abbiamo giocato tre partite, in queste tre partite nei due gironi se c’è una squadra che ha dominato è Udine. Non è un campionato in cui è dato per scontato che queste tre squadre arrivino a giocarsi la vittoria. Bisogna stare molto attenti, le altre squadre sopperiscono a problemi fisici e tecnici con quest’aggressività di sentirsi minore e ci mettono più voglia. Noi abbiamo bisogno di pareggiare questa voglia".

Una voglia che permetterebbe a Cantù di giocarsi il campionato proprio negli scontri diretti, ma un’occasione è già stata persa. Anche se per Sacchetti è ancora presto per pensare ad un bilancio.

"Un bilancio si può fare dopo dieci giornate Dopo possiamo vedere a che livello sono le squadre. Adesso è ancora presto, però noi abbiamo bisogno di migliorare il nostro gioco per la nostra struttura abbiamo bisogno di fare più canestri da tre, più tiri aperti che sono le nostre caratteristiche".

Su Hunt e Baldi Rossi

E proprio sul gioco e sul rendimento di alcuni giocatori si è soffermato coach Sacchetti. L’allenatore canturino ha prima commentato la prestazione di Dario Hunt e di Filippo Baldi Rossi.

"Sicuramente ha bisogno di avere più spazio. Ha bisogno di avere più pericolosità da fuori in modo da aprire l’area. Però ci deve mettere anche qualcosa di suo perché ha questa capacità di essere il primo ad arrivare in contropiede. Se iniziamo a fare più canestro da fuori rispetto alle ultime partite le cose per lui migliorano. Baldi Rossi ha fatto una partita in cui non ha fatto canestro, capiterà. Sono stato con fior fiori di tiratori e ogni tanto ci sono queste giornate".

Su Berdini

E poi ha commentato l’aumento di minutaggio di Nicola Berdini.

«Mi piace, ha questa vivacità da ragazzino, quindi è anche titubante nel prendersi qualche scelta, però le capacità le ha. Ha bisogno di giocare più con la faccia tosta e giocare più da playmaker: in quel ruolo ci vuole personalità».

Tutti i dettagli sul Giornale di Cantù da sabato 22 ottobre 2022 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui

Seguici sui nostri canali
Necrologie